Home Attualità

Festival di Sanremo: ‘Vedrai’ la canzone di Samuel

CONDIVIDI

Samuel frontman della leggendaria band torinese Subsonica, aveva calcato il palco dell’Ariston nel 2000 con i suoi compagni con ‘Tutti i miei sbagli’, presentava Fabio Fazio e la folla impazzì.

Oggi Samuel Umberto Romano, si presenta al Festival di Sanremo in un progetto solista, maturo e ricco della storia che si porta dentro. La canzone che ieri sera ha presentato al pubblico della kermesse canora ha un titolo che suona come un omaggio a Luigi Tenco ‘Vedrai’, proprio in questo 2017, in cui ricorrono i 5o anni dalla sua morte avvenuta proprio durante il festival, una coincidenza? Sicuramente, ma scalda il cuore già dalle prime note.

Il brano di Samuel racconta di una crisi accompagnata da una forte speranza, quella di non essere traditi, quella di poter ricostruire un luogo di pace: ” Perché noi siamo l’unica benedizione, l’unica tragedia, l’unica ambizione. Se siamo ancora qui ad ignorare le difficoltà impareremo anche a comprendere che esiste un buon motivo per insistere…”

Samuel c’è e si è vestito della più bella armatura che un guerriero possa mai indossare, la luce!

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Sanremo 2017: Maria De Filippi incanta all’Ariston, tutti i segreti del suo look 

‘Vedrai’ il testo della canzone di Samuel

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Festival di Sanremo: ‘Che sia benedetta’ la canzone di Fiorella Mannoia 

Se siamo ancora qui
Vuol dire che un motivo c’è
Lascia qualcosa tra le braccia
E non questa distanza che mi sputi in faccia
Se siamo ancora qui
Ad imparare come illuderci
A preoccuparci della verità
Vedrai che poi il tempo non ci tradirà
Sotto un vento di libeccio che dall’Africa
Soffia lieve su di noi la sua sabbia
Vedrai che riusciremo a dare ancora un nome
A tutte le paure che ci fan tremare
E troveremo il modo per dimenticare
La noia, l’abitudine, la delusione
Vedrai che i desideri si riaccenderanno
Ricostruiremo il luogo in cui poi vivranno
Perché noi siamo l’unica benedizione
L’unica tragedia, l’unica ambizione
Se siamo ancora qui
Ad ignorare le difficoltà
Impareremo anche a comprendere
Che esiste un buon motivo per insistere
Sotto un vento di libeccio che dall’Africa
Soffia lieve su di noi la sua sabbia
Vedrai che riusciremo a dare ancora un nome
A tutte le paure che ci fan tremare
E troveremo il modo per dimenticare
La noia, l’abitudine, la delusione
Vedrai che i desideri si riaccenderanno
Ricostruiremo il luogo in cui poi vivranno
Perché noi siamo l’unica benedizione
L’unica tragedia, l’unica ambizione
Dovremo solo ricominciare a respirare, a navigare
Dovrai soltanto dimenticare la noia, il vuoto, la perfezione
Vedrai che riusciremo a dare ancora un nome
A tutte le paure che ci fan tremare
E troveremo il modo per dimenticare
La noia, l’abitudine, la delusione
Vedrai che i desideri si riaccenderanno
Ricostruiremo il luogo in cui poi vivranno
Perché noi siamo l’unica benedizione
L’unica tragedia, l’unica ambizione”

GUARDA IL VIDEO DELLA CANZONE DI SAMUEL -VEDRAI-

Fonte video: Vevo