Home Intimità

Intimità: il piacere e le zone erogene

CONDIVIDI
(IStock)

Il nostro corpo ha delle zone che se stimolate in modo corretto possono consentirci di raggiungere il piacere. Queste zone prendono il nome di zone erogene. Queste zone non sono uguali per tutti, sono infatti molto soggettive e dipendono molto dalla disponibilità delle persona appunto, e dalla presenza dei recettori sensoriali.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: rapporti intimi? meglio pochi ma buoni

Zone erogene e mappa del piacere

E’ per questo che ognuno di noi ha una personalissima mappa delle zone erogene, una propria configurazione che ci porta ad avere una vera e propria  mappa della sessualità e del piacere.

Quello che non tutti sanno è che ad essere erogene non sono solo le parti del corpo, ma lo è anche la mente ed è così infatti se ci soffermiamo a pensare a quanto le fantasie i pensieri e i desideri accendono l’eccitazione. L’organo più importante del nostro corpo è il cervello stesso. è lui infatti l’organo principale della nostra sessualità. Ciò è vero soprattutto per noi donne, infatti per avere una sessualità appagante e soddisfacente dovremmo stimolare determinate facoltà e condizioni mentali.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:autostima erotica cosa è e come aumentarla

La fantasia ha un ruolo molto importante nella sessualità di ognuno di noi perchè contribuisce all’eccitazione, rappresenta la fonte di creatività che rivitalizza il sesso: lo rende divertente e vivo, evitando così che la passione si spenga  a causa della quotidianità e della routine che giornalmente ci ingloba.

Un altro aspetto che ci permette di vivere appieno la nostra sessualità è anche avere una buona autostima erotica: essere consapevoli della nostra femminilità e sentirsi bene nel proprio corpo ci aiuta a lasciarci andare , ad abbandonarci al piacere e vivere ogni singola sensazione, solo in questo modo potremmo vivere una sessualità libera e senza pregiudizi o tabù.