Home Psiche

Psiche: perchè il nostro cervello ha bisogno di una vacanza?

CONDIVIDI
(IStock)

Siamo abituati a vivere di corsa sempre sovraccaricati da mille impegni: il lavoro, la famiglia, lo sport. Tutti aspetti questi che ci portano a vivere una vita sempre di corsa e carica di stress. Non siamo preparati per sopportare questi ritmi, ma la cultura in cui viviamo sembra ormai ossessionata dalla produttività e dal lavoro e quindi diventa anche difficile trovare del tempo in cui potersi rilassare e ricaricare.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Perchè abbiamo paura di soffrire?

Riposo: perchè il cervello ne ha bisogno

Questa pausa è necessaria soprattutto per il nostro cervello: quando ci sentiamo sfiniti è perchè  la nostra mente e la nostra attenzione è limitata. Purtroppo a nulla sembrano servire le lezioni di yoga che seguiamo durante la settimana se non riusciamo durante la giornata ad imporci delle pause. Riuscite a ricordare l’ultima volta che vi siete sentiti liberi e tranquilli? O l’ultima volta che per tutta la giornata non avete tenuto il cellulare in mano?

Il nostro cervello è formato da numerosi elementi alcuni dei quali prendono il nome di filtri. Questi ci aiutano ad indirizzare la nostra attenzione, ci dicono cosa dobbiamo prendere in considerazione e cosa tralasciare. Il costante ed eccessivo flusso di informazioni a cui siamo sottoposti rende difficile il lavoro dei filtri e questo fa si che siamo sempre attivi mentre la parte creativa del nostro cervello rimanga spenta. Per questo abbiamo bisogno di prendere le distanze dalle routine quotidiane e concederci una bella vacanza.

Le vacanze ci permettono di staccare dal mondo e lasciare che una parte del nostro cervello divaghi. Il cervello infatti funziona meglio quando  non è sotto pressione, quando opera in modo “rilassato”. Infatti, è stato dimostrato che dopo una passeggiata nella natura o dopo un breve pisolino i nostri processi cognitivi migliorano, in particolare l’attenzione e la memoria.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: il cambiamento e le sue fasi

Per riposarsi non è però necessario solo andare in vacanza, ma possiamo farlo anche restando a casa l’importante è cambiare il nostro modo di approcciarsi e di pensare rispetto alle attività dei gironi lavorativi, proviamo a spezzare quelle routine che ci caratterizzano!