Home Psiche

Psiche: attacco di panico, cause e sintomi

CONDIVIDI
(IStock)

Avvertite difficoltà a respirare, senso di soffocamento, battito cardiaco accelerato, tremori e senso di nausea il tutto nel giro di pochissimi minuti? State avendo un attacco di panico!

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: La paura un’emozione utile

Attacco di panico : i sintomi

L’attacco di panico è un periodo di paura intensa o di forte terrore caratterizzato da un inizio improvviso e dalla durata di pochi minuti in cui si ha come la sensazione di morire, di perdere il controllo sulle proprie emozioni e sensazioni e sul proprio comportamento. Si è portati ad evitare o scappare dal luogo in cui è comparso il primo attacco. Un attacco di panico tipicamente dura dai 10 Ai 15 minuti, ci sono casi però in cui possono durare anche molto di più dalle due alle tre ore e possono susseguirsi più attacchi consecutivi.

Secondo recenti studi emerge però che questo disturbo non compare improvvisamente, ma esistono delle condizioni precise che ne determinano la comparsa, che possono essere ad esempio aspetti del proprio carattere e situazioni della propria vita. E’ quindi importante prestare attenzione ai campanelli d’allarme, infatti se si ha già avuto un attacco un periodi di forte stress potrebbe comportare la presenza di altri.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: La formazione reattiva come meccanismo di difesa

Se inoltre uno o entrambi i nostri genitori soffrono di attacchi di panico possiamo avere maggiore probabilità che questo si possa verificare anche a noi. Questo perchè chi è cresciuto all’interno di una famiglia ansiogena ha più portato ad avere paura e ha percepire tutto quello che lo circonda come se fosse minaccioso e pericoloso.

Gli attacchi di panico colpiscono maggiormente chi è molto emotivo e per questo si lascia influenzare dall’ambiente esterno. Un altro fattore correlato alla presenza di questo disturbo è la scarsa autostima. Questi soggetti vanno alla continua ricerca dell’approvazione altrui per non perderli. A lungo andare però il nostro veri Io si ribella e cerca di uscire allo scoperto attraverso l’attacco di panico.