Home Attualità

Foto a confronto: quando la prospettiva cambia ogni cosa

CONDIVIDI

Selfie, la mania del XXI secolo che più di tutte può insegnarci una grande verità: il punto di vista è tutto! Chi non ha infatti mai passato lunghi minuti a cercare la prospettiva perfetta per quella foto che sarebbe poi finita su Instagram, Facebook e affini? Dall’alto, dal basso, di lato, con il tempo tutte scopriamo quale angolazione ci valorizza di più e quale invece è un vero e proprio flagello per la nostra autostima. Ma le cose devo davvero andare così?

Una fitness blogger prova a farci, letteralmente, cambiare prospettiva.

Schermata 2017-01-23 alle 11.23.16

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> La realtà che incontra la fantasia in fotografia

 Il punto di vista conta ma è davvero una prospettiva da scartare quella che non ci fa apparire impeccabili? Secondo Anna Vitoria no, anzi, “angolature buone o cattive non cambiano il tuo valore”.

Foto: due prospettive risultati totalmente diversi

Anna Victoria è una personal trainer, dedica dunque il suo tempo a incoraggiare le donne e consigliarle per trovare e mantenere la miglior forma fisica. Questo però non vuol dire esser ossessionate dalla perfezione, rifiutare i propri difetti e combatterli con furia incessante.

i rotoli sulla pancia, la cellulite, le smagliature non sono nulla di cui scusarsi, di cui vergognarsi o di cui essere ossessionati al sol scopo di sbarazzarsene

Così la ragazza commenta due foto messe a confronto e pubblicate sul suo profilo Instagram. Nel primo scatto Anna Victoria mostra tutto il fascino scultoreo del suo corpo: cambe modellate, addome super piatto e braccia definitissime. Nel secondo la musica cambia decisamente: seduta sul divano la ragazza appare decisamente più formosa e meno tonica, con tutte quelle imperfezioni che noi donne ben sappiamo di avere ma, con tanta cura, cerchiamo di nascondere al mondo. Per Anna Victoria le cose dovrebbero andare diversamente:

Sto crescendo, ho cellulite e smagliature che non vanno più via e io le accolgo. Rappresentano una vita pienamente vissuta (ho 28 anni al momento), una vita e un corpo sani. Come posso essere arrabbiata con il mio corpo per questi perfettamente normali “difetti”? Questo corpo è forte, può correre per miglia, ed è felice non solo di come appare, ma anche di come si sente

Non è certo un caso se la foto incriminata è stata quella di maggior successo sul suo profilo Instagram già seguitissimo. Forse siamo stanche di nasconderci in continuazione e cerchiamo qualcuno che ci guidi verso la libertà? Sembra arrivato il momento di cambiare prospettiva o, meglio, di amarle tutte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Quando la fotografia ritrae il pregiudizio: gli incredibili scatti di Judging America