Home Contorni

Ribollita toscana: la versione semplificata ma sempre buonissima

CONDIVIDI

Le ricette della tradizione sono spesso le più appetitose ma, ammettiamolo, anche le più difficili da preparare. La semplicità degli ingredienti non corrisponde infatti sempre a una semplicità di preparazione: oltre a scegliere prodotti di qualità, dai quali dipenderà in gran parte il successo del risultato, dobbiamo infatti anche impegnarci in una sapiente preparazione, all’altezza, per così dire, della fama del piatto di turno.

Come fare? Be’, il più delle volte dobbiamo semplicemente arrenderci all’idea di passare un bel po’ di tempo ai fornelli per rispettare la ricetta originale e andare, per così dire, a colpo sicuro. Altre volte però potremmo essere tanto fortunate da trovare una preparazione alternativa più abbordabile, una sorta di variante che garantisca comunque ottimi risultati ma con uno sforzo decisamente inferiore e tempi più brevi. Un esempio? La ricetta della ribollita toscana che vi proponiamo oggi.

Schermata 2017-01-13 alle 09.55.30

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Sfogliatelle di patate con speak e paprika

La ribollita toscana

Questa favolosa zuppa nasce come una ricetta di riciclo e, dunque, potrete personalizzarla utilizzando le verdure a vostra disposizione, svuotando il frigorifero e ottenendone così una versione diversa ogni volta.

La preparazione originale prevede procedimenti molto lunghi, a partire dalla doppia cottura da cui il piatto prende il suo nome (ribollita, ovvero, bollita due volte). Noi oggi vi offriamo l’opportunità di ottenere un risultato d’eccellenza, all’altezza dell’originale ma con tempi di cottura assai più veloci. Volete scoprire come fare? Iniziamo dalla lista degli ingredienti.

INGREDIENTI
200g lenticchie
2 carote
1/2 cipollotto
2l acqua

200g cavolo nero
150g verza
1 finocchio
150g fagiolini
100g pomodorini
150g broccoli
1 cucchiaio concentrato
350g di pane raffermo
qb olio evo
qb sale

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Vellutata di zucca, la ricetta semplice e genuina

Pronte per iniziare? Seguite le indicazioni del video tutorial qua sotto e potrete portare a tavola una ribollita da 10 e lode. Provare per credere!