Home Coppia

Coppia: quando l’ex trova un nuovo amore

CONDIVIDI

Quando una storia di coppia finisce, il sentimento che ci pervade è quello di dolore, di confusione e a volte anche di disperazione.

La vita cambia e l’ ‘io’ deve prendere il posto del ‘noi’. Questo concetto può sembrare banale ma è uno dei particolari che rende ‘vero’ l’accaduto, che lo rende reale ai nostri occhi e che ci mette di fronte alla realtà di essere tornati single, di essere da soli.

Donna che piange (Thinkstock)
Donna che piange (Thinkstock)

La solitudine, è uno stato con cui prima o poi tutti fanno i conti e dopo aver vissuto a volte per anni, accanto ad una persona, condividendo progetti, pensieri e spazzolino da denti, ci ritroviamo a doverci riappropriare di noi stessi, quei noi stessi, che a volte stentiamo a conoscere e di cui dobbiamo tornare ad innamorarci.

Lacrime, ricordi, canzoni, attacchi di panico e la certezza del vuoto che ci sommerge sono alcuni dei sentimenti con cui, dopo la fine di un amore, si deve fare i conti.

Poi arriva un momento in cui, tra tante pagine buie, arriva un sorriso, una carezza o semplicemente un raggio di sole che ci scalda il volto e la rinascita ha inizio.

Passo dopo passo, torniamo ad occupare un posto nel mondo assaporando la gioia di bastare a noi stessi e riscoprendo parti della nostra anima che avevamo dimenticato di possedere, in nome di quel ‘noi’ che al contrario l’anima ha contribuito a ferirla.

La vita procede e giorno dopo giorno la routine ci riempie la vita, gli amici ci coinvolgono, i messaggi dell’ex sul telefono diventano un lontano ricordo, fino a quando per sbaglio, ci imbattiamo nell’immagine della persona che per anni è stata nostra con un nuovo amore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:Come comportarsi se lui non vuole impegnarsi

Il nostro ex ha un nuovo amore, cosa accade dentro di noi?

Dopo aver saputo che quello che è stato il nostro amore per una vita, ha trovato di nuovo la persona a cui dedicare i propri sogni, dentro di noi accade un’esplosione.

Inutile affermare di non essere colpiti dalla cosa, l’evento entra di noi come un dardo infuocato e una serie di interrogativi cominciano a balenarci nella mente.

Ci chiediamo se forse non eravamo abbastanza e se avessimo potuto fare qualcosa per recuperare la persona amata, e improvvisamente ci assale quell’istinto di predazione, rimosso da secoli di mutazioni genetiche. Scopriamo di essere delle tigri che rivorrebbero mettere le grinfie sulla preda che una volta ci apparteneva.

L’ansia sale ed il fatto di non aver trovato ancora nessuno, ci pone in una posizione molto scomoda nei confronti di noi stessi, la posizione da cui la bassa autostima, può mietere vittime con molta facilità.

In tutto questo quadro di terribile sconforto e solitudine, una buona notizia esiste. Se una storia finisce è perché doveva andare proprio così.

Da questo tipo di esperienze, dobbiamo trarre insegnamenti su noi stessi e non sulla vita dell’altro, che non deve più riguardarci. Ognuno ha i suoi tempi e ogni persona può permettersi il lusso di decidere quando e che tipo di persona far entrare nella propria vita.

Concentrarsi sui propri obiettivi, sulla soddisfazione personale e sulle grandi apettative, ci permetterà di accogliere la persona giusta per noi e questa volta, di sceglierla in modo per bene, perché dopo fine di un amore, possiamo anche essere confusi e non sapere cosa davvero vogliamo, ma di certo dobbiamo essere consapevoli di ciò che proprio non vogliamo più nella nostra vita, soprattutto in fatto di cuore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Relazione sana o tossica? Scopri le differenze