Home Secondi Piatti

Baccalà fritto: la ricetta da chef

CONDIVIDI

Un classico della cucina italiana, in particolare romana, che vi garantirà di fare la gioia di amici e parenti. Di che cosa stiamo parlando? Del baccalà fritto, una bontà semplicemente irresistibile che bisogna però saper preparare a regola d’arte. Come? Noi di CheDonna.it siamo qui oggi per spiegartelo.

baccala-fritto-alla-romana-1280x640

Nel video tutorial qua sotto potrete infatti seguire un vero chef lungo la preparazione di questa prelibatezza della cucina nostrana. Tutti i segreti del perfetto filetto di baccalà fritto vi saranno svelati in pochi minuti: pronte a prendere appunti?

Baccalà fritto: la ricetta

Partiamo subito dalla prima e più importante regola: il lavaggio del pesce. Il baccalà deve essere immerso in acqua fresca per un minimo di 24 ore, cambiando l’acqua ogni 6, o, in alternativa, per lo stesso tempo molti preferiscono lasciarlo sotto: scegliete pure la tecnica che più vi risulta comoda ma ricordate che è essenziale fare questa operaizone di pulizia e ammllamento in modo a dir poco meticoloso, il tutto ovviamente sis i vuole avere un risultato impeccabile.

Una volta pronto il baccalà potrete tirar via la pelle e dividere il pezzo di pesce in bocconcini più o meno grandi, a seconda dle vostro personalissimo gusto.

Tuffate i bocconcini nella farina e lasciateli poi riposare affinchè possa ben aderire. Ricordate adesso che essenziale sarà avere l’olio alla giusta temperatura, garanzia che la frittura venga ben croccante e senza un filo di unto. Una volta cotto il boccincino di baccalà andrà messo su carta assorbente e poi impiattato.

Vi consigliamo di accompagnare i vostri filetti di baccalà a un bello spicchio di limone, che i commensali potranno poi, a loro paicimento, spruzzare o meno sul pesce prima di addentarlo.

Il perfetto secondo di pesce è servito ma voi siete pronte a mettervi ai fornelli? Seguite le indicazioni del filmato e iniziate la vostra frittura!