Home Coppia

Relazioni di coppia: quando essere troppo simili genera problemi

CONDIVIDI

Non è detto che fare sempre tutto insieme al partner sia un vantaggio, in realtà essere troppo simbiotici può comportare dei problemi che possono mettere in crisi il rapporto.

(IStock)
(IStock)

Essere simbiotici crea problemi

La coppia si definisce simbiotica quando i partner vivono all’unisono e fanno tutto insieme, quando si condivide con l’altro ogni minima esperienza della propria vita. Queste persone tendono così a rinunciare alla propria individualità e alla propria indipendenza.

Questi comportamenti si possono considerare normali durante le prime fasi dell’innamoramento perché la coppia si sta conoscendo e quindi sembra normale condividere il tempo libero con l’altro. Con il passare del tempo entrambi i partner sentono la necessità di riappropriarsi del proprio tempo e dei propri spazi. Esistono però delle coppie che non sentono questa esigenza e continuano a vivere  in uno stato di fusione totale . che però può mettere in crisi la relazione nel  momento in cui uno dei due comincia a sentire la necessità di prendere una boccata d’aria.

Il rischio di questo tipo di relazione è la perdita della propria individualità di vivere una relazione poco equilibrata che si fonda sì sull’amore, ma anche su altri meccanismi che sono rischiosi per la coppia come la gelosia  la possessività od un romanticismo eccessivo.

La coppia simbiotica

Le coppie che vivono questo tipo di relazione hanno la tendenza a vivere e vedere l’amore come un sacrificio, come un sentimento che non consente a nessuno dei due di superare la fase dell’innamoramento e di crescere insieme. In questo tipo di relazioni si tende a tracciare una linea che separa la coppia dal mondo esterno .

Queste relazioni danneggiano  il rapporto con gli altri e con il mondo esterno. Ad un certo punto ci si ritrova soli, gli amici si allontanano e ciò che rimane è solamente l’altro. A lungo andare la situazione però non va più perché uno dei due sente il desiderio di portare avanti anche un proprio progetto di vita che non includa l’altro in questo modo il rapporto crolla su se stesso determinandone la fine.