Home Uomini & Donne

Aldo Palmieri e Alessia Cammarota? Parla Tara Gabrieletto

CONDIVIDI

Tara Gabrieletto

Ne è passato di tempo da quando Tara Gabrieletto era solo una corteggiatrice di Uomini e donne.

Ormai la giovane ha sposato il suo bel Cristian ed è diventata un volto celebre del piccolo schermo.

La fama non le è sempre stata favorevole – fu infatti coinvolta in uno “scandalo” con Lucas Peracchi e Giulia Carnevali, perchè pareva che il trio avesse architettato un piano per sfruttare la visibilità di Uomini e donne e guadagnare più soldi – ma perlomeno le ha dato sempre il diritto di replica.

In seguito alla rottura di Aldo Palmieri ed Alessia Cammarota, Tara è stata chiamata in ballo dai fans e ha preso la parola sui social per difendersi dalle accuse rivoltele.

In molti hanno infatti pensato che vista l’antipatia – presunta – che la Gabrieletto prova nei confronti di Alessia ed Aldo, avesse goduto del fatto che si fossero lasciati.

“Non ho mai calunniato e mai lo farò, non ho giudicato e mai lo farò, non ho mai scritto sulla rottura di Alessia e Aldo. Ma secondo voi si può gioire di una separazione? Si può gioire della sofferenza di una donna? Si può gioire quando di mezzo c’è un bimbo piccolo? Si può gioire della fine di un matrimonio? Forse le persone in questione sono abituate a farlo delle loro amiche. Io no. La separazione è sempre una sconfitta…sia per la donna che per l’uomo. I miei periodi bui li ho passati anche io e voi ne siete testimoni e so cosa si prova. Alessia ha tutta la mia solidarietà da donna. Le auguro di poter ritrovare presto la serenità per lei e per il suo bimbo, le auguro di poter ricostruire il suo nido familiare. Vi sembrerà strano ma io glielo auguro perché l’amore può tutto e come dice sempre lei “nonostante tutto” si può. Alle persone che mi augurano il male dico solo di guardare dentro le proprie vite e di pensare meno alla mia, ho oscurato i vostri nomi perché io ho ancora rispetto per l’essere umano in quanto persona anche se spesso mi viene il dubbio alcune persone possano esserlo. Tara”