Home Coppia

Coppia: manuale di sopravvivenza per le feste di Natale

CONDIVIDI

Natale è alle porte e nell’aria si sentono gli odori e si vedono i colori tipici di questa festività meravigliosa. Assieme a tutta l’atmosfera pregna di sentimento, un’orda di mamme, nonne, zie e parenti invadono i telefonini dei congiunti con il famigerato interrogativo: “ma a Natale cosa facciamo?”

coppia

Se siete single, la scelta resta abbastanza semplice, scegliete il parente che sopportate meglio, caricatevi di digestivi e accettate l’invito, se invece siete in coppia avete tre possibilità: la fuga romantica lontano da tutti, fingere di esservi lasciati per poi riappacificarvi la notte di Capodanno, o dividere la vostra presenza tra i parenti di lei e quelli di lui.

A Natale siamo tutti più buoni, anche con le suocere

Premesso che detto fra noi, accettare l’invito è sempre meglio che ritrovarsi in casa orde di bimbi urlanti e parenti che giocano a tombola fino a notte inoltrata, la cosa migliore sarebbe quella di passare le festività principali una volta dai parenti di lei e una volta da quelli di lui.

Se poi sarete tanto fortunati da poterli radunare tutti insieme per festeggiare un Natale stile ‘Casa Cupiello’ allora potrete ritenervi fuori pericolo.

Una volta deciso in coppia, dove passare le varie festività, si apre l’argomento regali. L’equilibrio della relazione si reggerà sullo scontrino del bancomat, che dovrà necessariamente riportare le stesse cifre per madre e suocera.

Per i papà, ce la si cava sempre con un buon liquore, una sciarpa e poveri loro, con le inguardabili pantofole di lana.

Ma nella famiglia ‘matriarcale’ quale quella italiana, via libera a fragranze raffinate, foulard, confezioni di cipria o talco dalla foggia ricercata, pena la squalifica annuale.

Per tutti coloro che opteranno per darsi single o per la fuga d’amore, rilassatevi e come regalo mandate una cartolina e qualche foto, rispolverando la vecchia scusa del bisogno di relax  alla fine dell’anno. Quella viene accettata da tutti, anche quelli invidiosi!