Home Intimità

I momenti d’intimità che lo gettano nel panico

CONDIVIDI

Sembrano spavaldi, sempre vogliosi, sicuri del loro potenziale. Ma sarà davero così? Quando si parla di intimità anche gli uomini hanno i loro punti deboli, quei fraggenti in cui l’ansia li coglie di sorpresa e la paranoia prende il sopravvento.

ansia-da-prestazione
Quello che lo angoscia nell’intimità

Le occasioni di angoscia non sono poche per il versante maschile, soprattutto sotto le lenzuola: se in amore spesso sembrano infatti privi di ogni perplessità, nell’intimità possono inciampare anche loro inq ualche insicurezza.

Noi vi elenchiamo i cinque momenti di panico più comuni:

1 – Ma devo rimanere a dormire?

VIDEO NEWSLETTER

E’ l’amletico dubbio per cui l’istinto di vestirsi e andarsene si scontra con il timore di apparire scortese. L’opzione potrebbe essere fermarsi per qualche occcola ma anche qui… quanto a lungo?

2 – Lei avrà finito?

E’ la domanda che precede il “potrò concludere?”. Certo non si vuole fare la figuraccia di finire troppo presto ma l’incertezza sulla conclusione del lato femminile è cruciale.

3 – Si è rotto il preservativo

Dirlo o non dirlo a lei? Forse meglio dirlo dopo, quando si è finito, magari fingendo di non essersene accorti prima: il rischio, infatti, è di interrompere la cosa sul più bello.

4 – Perché ha quell’espressione?

Sono domande che nascono da quella poca sicurezza in sè, dalla paura che lei non si stia divertendo. A meno che la ragazza non cinguetti ogni secondo in preda all’estasi, ogni altro segnale potrebbe nascondere noia o disappunto.

5 – Potrò cambiare posizione?

Lui vorrebbe spostarsi, magari per allungare il rapporto o forse per concluderlo, ma se lei sembra soddisfatta la paura di rompere l’incanto potrebbe avere la meglio.

E le differenze uomo – donna non finiscono qui: guardate il video qua sotto!