Home Accessori

Tacchi alti che dolore!

CONDIVIDI

Quante di noi non hanno mai avuto a che fare con il bellissimo ma dolorosissimo tacco 10/12, rigorosamente a spillo e classico simbolo di femminilità?
Bene o male tutte almeno una volta lo abbiamo calzato sia per una cerimonia, una cena di lavoro o una serata fashion con le amiche.

Solitamente all’ inizio va tutto bene, ci sentiamo alte, affascinanti, eleganti, meravigliosamente femminili!
Questo bellissimo sogno ha però una durata standard di circa due ore durante le quali, se ogni tanto ci sediamo, tiriamo comunque un sospiro di sollievo, dopo di che inizia l’incubo!

Il piede comincia a far male, non riusciamo neanche più a capire quale punto specifico faccia male: la pianta, il tallone, o il dorso del piede?
E allora dobbiamo rinunciare ad essere femminili?

Chi proprio non riesce a tollerare il dolore cercherà in un altro modo di esprimere la propria femminilità, ma le più ostinate dovranno trovare una soluzione.
Ecco alcuni consigli per sopportare con più serenità il tacco 10/12.

Photo by Pixabay
Photo by Pixabay

Prevenire e affrontare il dolore dei tacchi alti

Per prevenire possiamo preparare i piedi facendo nostre alcune abitudini:
massaggiare la sera le dita del piede con una pomata antinfiammatoria;
– inserire nelle scarpe delle solette di silicone;
– prendere come abitudine quella di massaggiare per almeno 10 minuti, mattina e sera, con una pallina da tennis tutta la pianta del piede, dal tallone alle dita;
– la sera mettere i piedi a mollo nella vasca fino ad altezza caviglia e alzarsi sulla punta, poi sul tallone, su un lato e l’altro del piede.

In fase di dolore invece:
– rimanere seduta non togliere le scarpe e muovere le dita dei piedi flettendole e distendendole più volte;
– con sale grosso mescolato al miele massaggiare la pianta del piede per togliere lo spessore di pelle dura che provoca il dolore;
– portare sempre una crema antidolorifica ad esempio all’arnica e applicarla appena inizia il dolore;
– appoggiare il piede a terra e, con movimenti circolari dei polpastrelli, massaggiare il dorso del piede.

Questi sono solo alcuni accorgimenti: sull’argomento esiste una vastità di consigli o trucchi più o meno efficaci, ma quelli da noi elencati ci sembravano i più concreti.

Ora sta a noi, care amiche, allenare i nostri delicati piedini a sfidare i loro rivali peggiori: i tacchi a spillo!

Daniela Ducci