Home Attualità

102 anni con il reggiseno, il capo intimo che ha rivoluzionato la vita delle donne

CONDIVIDI

Il reggiseno, capo di biancheria intima di cui nessuna donna sa fare a meno. Intere generazioni di ragazze lo hanno indossato, bruciato come simbolo di libertà, vezzeggiato e amato, proprio perché è riuscito a trasformare la vita quotidiana, dalla costrizione dei busti e dei corsetti, alla libertà donata da una fascia di stoffa capace di contenere tutta la femminilità in modo composto e affascinante.

Oggi 3 novembre 2016, il reggiseno compie 102 anni, la sua nascita infatti venne attribuita alla newyorchese Mary Phelps Jacobs che lo brevettò nel 1914.

24

Tuttavia il prototipo del reggiseno, affonda le sue radici in tempi ancora precedenti a questa fatidica data. Nel 1907 infatti, Vogue Usa pubblicò l’immagine di una brassière, un capo composto da due strisce di tessuto rigido che contenevano il seno.

VIDEO NEWSLETTER

Le origini del reggiseno però sono attribuite anche alla Francia, dove nel 1889 Madame Herminie Cadolle presentò all’esposizione universale di Parigi un prototipo del reggiseno, un corsetto corto chiamato ‘soutien gorge’.

Il reggiseno ancora oggi, rappresenta il simbolo della consapevolezza di essere donna e indossandolo ci ricorda ogni giorno, quanto sia importante prenderci cura di noi stesse attraverso la prevenzione del tumore al seno, una patologia che ogni giorno colpisce le donne al cuore di loro stesse, ma che vede vincitrici sempre più pazienti e trasforma questo capo di biancheria intima in una vera armatura da guerriere!