Home Maternità

Essere genitori: Ceffoni ai figli…si o no

CONDIVIDI

Quante volte per esasperazione ci siamo ritrovare a dare un ceffone ai nostri bambini e subito dopo ci siamo pentite per averlo fatto? Ma soprattutto alzare le mani è educativo o diseducativo?

(IStockPhoto)
(IStockPhoto)

Ceffone si o ceffone no?

Alcune recenti ricerche hanno mostrato come schiaffi e sculacciate possono influire negativamente non solo sul benessere psicologico del piccolo ma influiscono anche sulla sua intelligenza.

Il bambino che viene sottoposto a punizioni fisiche si sente umiliato, con il tempo impara ad usare il corpo come strumento di somatizzazione invece di imparare a mentalizzare quanto gli accade. Imparerà inoltre a considerare la violenza come un modello da adottare.

Nel nostro Paese risulta che il 22% dei genitori ricorre allo schiaffo qualche volta al mese; il 5% tutti i giorni, il 49% eccezionalmente. In generale si può affermare che i genitori italiani  vede il ceffone come un gesto con una valenza educativa.

Lo schiaffo quindi è dannoso per il bambino ed è anche inutile ai fini educativi, meglio parlare e dialogare.