Home Attualità

Dario Fo e Franca Rame: che gli amanti si siano ricongiunti?

CONDIVIDI

Dario Fo era ateo, non credeva in una resurrezione o in una vita oltre la morte. Lo spiegò durante un’intervista, proprio quando il giornalista gli chiese se credeva che un giorno, da qualche parte, avrebbe ritrovato la sua Franca:

Io sono ateo e non credo alla resurrezione, non ci credo. Io mi sogno di Franca ogni notte si può dire: la rincontro sempre nel momento in cui la sto perdendo. Sparisce, non la trovo più, non so dove sia andata, poi la ritrovo di nuovo. […] Insomma vive ancora, se non altro nei miei sogni e nel pensiero di ogni giorno.

Nonostante tutto ciò, oggi, il giorno in cui il mondo della cultura saluta per sempre il grande drammaturgo italiano, viene spontaneo porsi una domanda: Dario avrà ritrovato la sua Franca?

Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images
Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images

L’amore: Dario Fo e Franca Rame

I grandi amori sono cosa rara, sarà per questo che ci piace seguirli, fantasticarci e credere fermamente che oltre che grandi possano essere anche eterni.

Quello di Dario Fo e Franca Rame sapeva senza dubbio di eternità: oltre sessant’anni di vita e lavoro condiviso, da quell’incontro che unì, sotto gli occhi dell’ambiente artistico milanese, il ragazzo geniale del Lago Maggiore, diviso fra Accademia di Brera e palcoscenico, e lei, bellezza mozzafiato nata in una famiglia di teatranti, corteggiata da tutti, ricchi e potenti. Fu Franca alla fine a prendere l’iniziativa, baciando un Dario troppo timoroso di tanto fascino.

VIDEO NEWSLETTER

I due si sposarono poi in Sant’Ambrogio il 24 giugno 1954 e l’anno seguente divennero genitori di Jacopo, figlio a cui passarono passione politica, sociale e artistica.

Per Dario Franca non fu solo moglie ma musa, primadonna delle sue opere, protagonista di quadri e compagna di battaglie. Insieme fecero sold out a teatro, condivisero la censura della Rai demoscristiana ai tempi di Canzonissima, la ricerca di canali alternativi, il premio Nobel e il trauma più doloroso, quello della violenza sessuale che a Franca venne inflitta, nel 1973, come oltraggio per la sua militanza politica.

Franca Rame e Dario Fo hanno davvero condiviso una vita, in tutti quegli aspetti che possono comporla, in tutte quelle difficoltà che hanno reso il loro amore tanto difficile qanto reale.

Non sono mancate le crisi, i tradimenti, gli addi e le riprese:

Ci siamo lasciati almeno un paio di volte. – aveva raccontato lo stesso Dario Fo – Sempre lei. E aveva ragione, io ero sballato. Avevamo un successo incredibile, io ero circondato da ragazze bellissime che mi si offrivano. Allora lei disse basta. Qualcuna tra queste ragazze si innamorava di me e io anche ero coinvolto. Ma Franca è sempre stata il centro del mio universo. Quando lei se ne andava e mi chiamava l’avvocato dicendomi ‘sua moglie si vuole dividere’, allora era un dramma.

Da quei drammi però si sono sempre saputi risollevare, forti di due vite troppo intrecciate per separarsi. E chissà che non siano così intrecciate da sfatare anche quel mito di un’aldilà inesistente per Dario Fo, da farli ritrovare in un’altra vita nella quale non credevano ma in cui noi oggi vogliamo credere anche per loro, per un’amore così grande da meritare l’eternità.