Home Psiche

“Sono fatta così” :è la personalità che determina chi siamo

CONDIVIDI

Quando ci viene chiesto di descrivere in poche parole una persona che conosciamo quello che viene fuori è una descrizione, generalmente più positiva che negativa, basata su un semplice giudizio esterno  fondato sul comportamento della persona.

(IStockPhoto)
(IStockPhoto)

Quello che però è importante è capire come l’altro è quindi individuare una caratteristica ricorrente che rende tipico, specifico il comportamento nel suo insieme.

La personalità: cosa è?

Il termine personalità deriva dal latino persona e indica la maschera che si assume in una recita. Quindi possiamo affermare che il termine personalità fa riferimento alle apparenze esterne, al suo stile di condotta nel rapporto con gli altre con l’ambiente.

La personalità è una integrazione e organizzazione di elementi fisici e psichici che permettono al soggetto di adattarsi all’ambiente. E’ un’organizzazione di modi di essere, di conoscere e di agire (valuta sentimenti, pensieri, comportamenti), caratterizzata da unità, coerenza, continuità, stabilità e progettualità alle relazioni dell’individuo con l’ambiente esterno. Per questo l’espressione “sono fatto così” non è del tutto vera la persona interagisce con un ambiente esterno e costruisce attivamente la propria realtà.

Le caratteristiche che descrivono e distinguono una data personalità sono definiti tratti. I tratti di personalità sono disposizioni ad agire, relativamente indipendenti dal variare del contesto. Sono tendenze ad elaborare le informazioni, a esprimere emozioni e affetti, a reagire e agire in modi relativamente stabili. Essi sono in qualche misura elementi geneticamente costitutivi della personalità, che possono essere intesi come cause ultime della condotta. Esempi di tratti possono essere l’attività o la passività, la reattività o la calma.

La personalità va inoltre distinta dal carattere e dal temperamento. Il primo ha un significato molto simile ma che ne accentua le componenti valutative e morali. Il temperamento fa riferimento alle caratteristiche energetiche e temporali dell’individuo, come l’attività, la reattività, l’eccitabilità.

La personalità sta dietro al comportamento ma è  all’interno dell’individuo. Le forze della personalità non sono risposte ma disposizioni alla risposta quindi  la personalità è essenzialmente un’organizzazione di bisogni.