Tatuaggi Fluorescenti UV, una scelta non convenzionale

Non sono i soli tattoo e difficilmente vi capiterà di vederne uno da vicino, sono i tatuaggi fluorescenti UV, una scelta non convenzionale per chi vuole stupire, soprattutto durante la vita notturna.

I tatuaggi fluo, vanno per la maggiore tra i Raver, o meglio tutti quei giovani che amano la musica tecno e che vivono una vita molto spesso al margine e scandita dalla partecipazione a party clandestini, i rave party.

tatuaggi-fluorescenti_1200x628_

Il fluo tattoo infatti si può vedere solo di notte, e il messaggio subliminale che porta con se, si sposa perfettamente con la filosofia di vita del popolo della notte.

I tatuaggi fluorescenti UV, come si fanno e i rischi che comportano

I tatuaggi fluorescenti UV, sono dei tatuaggi che vengono impressi nella pelle con degli inchiostri particolari che contengono un pigmento che si chiama Uv Blacklight Ink o UV reactive.

Questa tipologia di inchiostro resta invisibile alla luce del sole e durante il giorno, dove sulla pelle si vedranno soltanto delle cicatrici.

La notte invece, raggiunti dalla luce delle lampade UV si illuminano di colori accesi e fluorescenti.

Questo tipo di tatuaggi è ancora posto in discussione dal mondo dei tatuatori e inoltre non ha ancora ricevuto l’approvazione dell’FDA (Food and Drug Administration) poiché gli inchiostri con cui si eseguono potrebbero essere molto nocivi per l’organismo e provocare forti reazioni allergiche.

Da leggere