Psiche: la percezione condiziona gli eventi della nostra vita

Illustrazione da iStock

A tutte noi è capitato di non sapere come comportarci davanti ad una determinata problematica. Il problem solving è un’operazione complessa, che molto spesso viene influenzata dalla rappresentazione che ci facciamo di un evento.

Illustrazione da iStock
Illustrazione da iStock

La lettura degli eventi fa la differenza

Non è il problema in sé a spaventarci ma come lo viviamo. La stessa situazione può essere vista in modi differenti da persone con storie diverse.

Gli eventi che ci colpiscono sono gli stessi per tutti: ognuno di noi affronta giornalmente perdite, lutti, separazioni ma quello che cambia è il modo in cui noi reagiamo a essi.  E’ l’interpretazione che gli diamo a fare la differenza.  Ognuno di noi costruisce i propri significati a partire da come legge ciò che vive. Ad esempio una persona ansiosa sarà portata a percepire la realtà come intrisa di minacce, pericoli e imprevisti. Lo stesso per una persona depressa: tutto ciò che gli succederà intorno sarà letto come un lutto o un abbandono.  La realtà è una sola ma è come la leggiamo che fa la differenza.

E’ come se ognuno di noi portasse un paio di occhiali che gli desse una certa prospettiva della realtà. Come possiamo prendere le distanze da questo atteggiamento? Cercando di capire quale filtro utilizziamo per interpretare quello che ci circonda e quindi cercare di modificarlo. Distanziandoci dai nostri schemi abituali e cercandone altri che ci permettano di leggere ciò che accade in modo nuovo  e più “colorato”.