Notizie del giorno: le news più importanti dell’8 settembre

Notizie del giorno: rientra la crisi nel Movimento 5 Stelle sul Comune di Roma. Studente italiano morto a Parigi. Nuovi casi di assenteismo di dipendenti pubblici.

Comune di Roma: avanti con l’amministrazione Raggi

Virginia Raggi (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)
Virginia Raggi (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Rientra il caos al Comune di Roma, ma i problemi restano. Dopo le dimissioni repentine del Capo di Gabinetto e dell’assessore al bilancio, insieme ai vertici Ama e Atac, e la notizia delle indagini a carico dell’assessore all’ambiente Paola Muraro, con la fuga di notizie sui giornali, tra sms e mail riservate, torna per il momento il sereno sul Movimento 5 Stelle a Roma. Ieri Beppe Grillo è arrivato nella Capitale e ha chiamato a raccolta i suoi più stretti collaboratori e i componenti del Direttorio del Movimento. Luigi Di Maio ha riconosciuto l’errore di aver sottovalutato la mail nella quale gli veniva comunicato che la Muraro era indagata. Tutta la bufera di questi giorni è scoppiata perché i vertici romani del M5S non hanno dato subito ai suoi elettori la notizia che l’assessore all’ambiente del Comune di Roma era indagata dalla magistratura sulla questione dei rifiuti a Roma. Una vicenda che li ha messi subito in difetto, visto che in altre circostanze hanno preteso un atteggiamento diametralmente opposto, tanto da sospendere dal Movimento il sindaco di Parma Pizzarotti per non aver comunicato subito che era stato indagato.

Il caos scoppiato a Roma, tra comunicazioni mancate e reticenze, ha messo in evidenza anche le lotte intestine al Movimento. Di cui sono un chiaro segnale le mail e gli sms riservati che qualcuno dei 5 Stelle ha inviato ai giornali. Faide della politica che non sono di certo una novità, ma che sorprende che avvengano all’interno di un movimento che ha fatto da sempre della trasparenza e dell’onestà la sua bandiera. Nel frattempo, però, il leader Beppe Grillo è sceso a Roma per ricompattare il Movimento e ieri insieme a tutti i componenti del Direttorio si è presentato al comizio in programma a Nettuno. Grillo ha difeso i suoi, mentre Di Maio ha chiesto scusa per aver male interpretato la mail dove gli veniva comunicato che Paola Muraro era indagata. Intanto l’amministrazione Raggi va avanti, con le nuove nomine dei sostituti e la Muraro ancora all’Ambiente. Quest’ultima è strenuamente difesa dalla sindaca, nonostante le pressioni per sostituirla. Grillo ieri sera tuonava al comizio di Nettuno: “Stiamo sfondando un sistema che era in piedi da 50 anni, che ci crediate o no”. Ieri pomeriggio Virginia Raggi pubblicava sul web un video per fare chiarezza sulla vicenda.

Studente italiano muore a Parigi
parigi

Dramma per uno studente italiano a Parigi per l’Erasmus. Ciro Ciocca, questo il suo nome, ventenne proveniente dal Molise si sarebbe suicidato. Il ragazzo, stando a quanto si apprende si sarebbe accoltellato. In un primo momento era circolata la versione che il giovane era stato accoltellato. Si pensava ad una rapina. Le circostanze del fatto rimangono dunque ancora tutte da chiarire. Ciro era originario di Riccia. Il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, ha espresso profondo “sgomento” e rivolto il suo cordoglio alla famiglia, poi ha chiesto “al Governo italiano di impegnarsi con le autorità e le istituzioni francesi per fare piena luce su un atto di violenza tanto efferata”.

Assenteisti al Comune di Siracusa

(Getty Images)
(Getty Images)

Ennesimo caso di assenteismo nella pubblica amministrazione. Questa volta è accaduto al Comune di Siracusa, dove 29 dipendenti sono stati denunciati dopo essere stati sorpresi a fare shopping in orario di lavoro, avendo timbrato il cartellino per la presenza in ufficio. Si tratta di dipendenti della ex ‘Provincia regionale’, oggi “Libero Consorzio Comunale di Siracusa”. I ‘furbetti del cartellino’, lavoravano in 4 sedi diverse, ma durante l’orario di lavoro andavano a fare shopping per le vie del centro di Ortigia e nei centri commerciali, a fare visite mediche in strutture sanitarie pubbliche e lavori di giardinaggio per privati. Le indagini, erano iniziate nel gennaio 2015, con pedinamenti e videoregistrazioni (6.800 ore), che hanno permesso di contestare agli assenteisti il reato di truffa aggravata. Oltre all’inchiesta penale, scatterà nei loro confronti il procedimento disciplinare con le nuove regole della Riforma della PA che prevedono il licenziamento rapido.

Luigi Di Maio si scusa sul caso Roma – VIDEO VISTA