Notizie del giorno: le news più importanti del 1° settembre

Notizie del giorno: ancora scosse di terremoto tra Marche e Lazio. Destituita la presidente del Brasile Dilma Roussseff. La Spagna ancora senza governo.

Centro Italia: nuove scosse di terremoto

Terremoto ad Arquata del Tronto (Giuseppe Bellini/Getty Images)
Terremoto ad Arquata del Tronto (Giuseppe Bellini/Getty Images)

Il Centro Italia trema ancora. Nella giornata di ieri e nella notte si sono verificate nuove scosse di terremoto. Le zone dell’epicentro sono sempre le province di Rieti, Perugia e Ascoli Piceno, ma anche la provincia di Macerata, dove pure ci sono degli sfollati nelle tende, come nella zona dei Monti Sibillini. Una scossa di magnitudo 3.8 si è verificata alle 13.26 di ieri nella provincia di Macerata, tra Castelsantangelo sul Nera, sui Sibillini, e Norcia, in provincia di Perugia. Seguita pochi minuti dopo, alle 13.52, da una di 3.5 nella stessa zona. Nel pomeriggio, alle 15.23 una scossa di 3.9 con epicentro tra Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, e Accumoli (Rieti), seguita alle 20.12 da un’altra di 3.7 nella stessa zona, più spostata nelle Marche. Poi in serata, altre due scosse di magnitudo 3.5 in provincia di Perugia, nella zona di Norcia, alle 22.08 e alle 23.42. Nella notte, una scossa di 3.5 alle 00.14 in provincia di Ascoli Piceno, sempre tra Arquata e Accumoli. Oggi all’alba, alle 5.53, un’altra forte scossa di 3.6 ad Amatrice, che per fortuna non ha causato nuovi crolli. Ieri ad Amatrice è stata recuperata l’ultima vittima ufficiale rimasta sepolta dalle macerie dell’Hotel Roma.
Nelle sole Marche, gli sfollati sono saliti a 2.776. In provincia di Ascoli sono 1.048, Fermo 444, Macerata 1.284. Sono sette i Comuni interessati direttamente dall’assistenza: Acquasanta, Arquata, Montegallo, Montemonaco, Montefortino, Amandola e Castelsantangelo sul Nera, per un totale al momento di 12 campi.

Dilma Rousseff è stata destituita dalla presidenza del Brasile

Dilma Rousseff (Buda Mendes/Getty Images)
Dilma Rousseff (Buda Mendes/Getty Images)

Il Senato del Brasile ha votato sì all’impeachment per Dilma Rousseff, con 61 voti a favore e 20 contrari. La presidente del Brasile è stata così ufficialmente destituita. Michel Temer, che aveva assunto l’incarico pro tempore, diventa così il 37esimo presidente della Repubblica. Il giuramento del nuovo presidente brasiliano si è tenuto subito, ad appena tre ore dalla destituzione della Rousseff, con la cerimonia di insediamento nel parlamento di Brasilia. In Brasile è salito “al potere un gruppo di corrotti indagati”, ha accusato Dilma Rousseff, in un discorso pubblico poco dopo l’approvazione dell’impeachment a suo carico da parte del Senato. La Rousseff ha annunciato che ricorrerà “in tutte le istanze” contro la decisione di annullare il suo mandato, poi sottolineato che il suo “non è un addio, ma un arrivederci fra breve”.

Spagna ancora senza governo

elezioni in Spagna, il premier Rajoy (CESAR MANSO/AFP/Getty Images)
elezioni in Spagna, il premier Rajoy (CESAR MANSO/AFP/Getty Images)

Dopo le elezioni politiche di dicembre 2015 e dello scorso giugno, la Spagna è ancora senza governo. I risultati del voto non hanno espresso una maggioranza chiara che dia ad un partito i voti sufficienti per governare. Nei primi mesi del 2016, dopo estenuanti trattative e accordi impossibili, si era deciso di tornare al voto a giugno, per ridare la parola ai cittadini. Nella nuova consultazione elettorale, il Partito popolare di Mariano Rajoy, il Primo Ministro uscente, ha visto aumentare i suoi voti, ma non abbastanza per formare una maggioranza di governo. La conferma si è avuta ieri al parlamento spagnolo, quando a Rajoy è stato negato il voto di fiducia. Eppure al premier mancano solo 6 voti alla maggioranza assoluta. Voti, per i quali, tuttavia, ha bisogno dell’appoggio dei Socialisti di Pedro Sanchez, visto che l’alleanza con Ciudadanos non basta ai Popolari. I Socialisti non hanno nessuna intenzione di dare il proprio sostegno ai Conservatori, così la Spagna rimane in uno stallo dal quale non riesce ad uscire e che potrebbe portarla verso una terza tornata elettorale.

Dilma Rousseff destituita, servizio di Euronews -VIDEO

Da leggere