Terremoto in Centro Italia: sale ancora il bilancio delle vittime

Terremoto in Centro Italia: purtroppo aumenta il bilancio delle vittime del terremoto che alle prime ore del 24 agosto ha colpito i paesi dell’appennino tra Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo.

Terremoto ad Arquata del Tronto (Giuseppe Bellini/Getty Images)
Terremoto ad Arquata del Tronto (Giuseppe Bellini/Getty Images)

Si aggrava il bilancio delle vittime del terribile terremoto nel Centro Italia: il numero dei morti sale a 267. Il bilancio più grave è nella cittadina laziale di Amatrice, solo qui sono morte 207 persone. Le altre vittime sono 49 ad Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) e 11 ad Accumoli, in provincia di Rieti ed epicentro del sisma. I feriti passati per gli ospedali di Lazio, Umbria e Marche sono 387, ma si sta verificando quanti siano ancora ricoverati. Fino a ieri sono state 238 le persone estratte vive dalle macerie: 215 sono stati salvati dai Vigili del Fuoco, 23 sono stati tratti in salvo dal Soccorso Alpino.

Terremoto in Centro Italia: nuove scosse

Nel frattempo, la terra ha continuato a tremare. Alle 6.28 di questa mattina, una nuova forte scossa di magnitudo 4.8 si è verificata proprio ad Amatrice, ad appena 3 km di distanza dal centro della cittadina già duramente colpita, provocando nuovi crolli. Il nuovo terremoto ha avuto una profondità di 11 km secondo le rilevazioni dell’Ingv. Nelle ultime ore si sono susseguite numerose scosse di assestamento, tra le province di Rieti, Ascoli Piceno e Perugia. Da quella del 24 agosto di magnitudo 6.0 sono ben 928 scosse, di cui 57 solo dalla mezzanotte di oggi.

Nel frattempo, il Consiglio dei ministri ha deliberato lo stato di emergenza per le zone colpite e lo stanziamento dei primi 50 milioni di euro per fare fronte alle prime necessità delle zone terremotate.

Poco fa è uscita la notizia che domani mattina verranno celebrati nel Duomo di Ascoli Piceno i funerali delle 49 delle vittime marchigiane del terremoto.

Terremoto in Centro Italia, servizio da Amatrice di News Tv2000 – VIDEO