Home L'Esperto Risponde

Metabolismo: bruciamo calorie!

CONDIVIDI

Benvenuti a un nuovo appuntamento con Coach Enzo, l’uomo che ci aiuta a vivere meglio conoscendo noi stessi e qualche truchetto per mantenerci in forma.

Di che cosa parleremo oggi? Dopo proteine e affini apriamo il capitolo “metabolismo“: tutte ne parliamo ma sappiamo davvero di che cosa si tratta?

iStock Photo
iStock Photo

Ciao a tutte, care amiche e rieccoci con qui con un nuovo articolo.

Il pezzo di questa settimana, tratterà un argomento spesso al centro di dibattiti con le amiche, il metabolismo! Quante volte vi siete ritrovate a lamentarvi di come il vostro metabolismo sia lento e pigro? Allora ho una buona notizia per voi: potete migliorarlo!

Infatti è vero che con il tempo tende a rallentare ma ci sono tutta una serie si sane abitudini che vi aiuteranno a mantenerlo attivo ad ogni età.

Metabolismo, questo sconosciuto

Prima di tutto cerchiamo di capire per bene cosa sia il metabolismo: questo termine indica i processi chimici che avvengono alle cellule del nostro organismo. Questi processi chimici creano e utilizzano energia all’interno del corpo. Naturalmente questa energia la ricaviamo da cibi e bevande e si misura in kCal o kilojoule.

Per “metabolismo basale” invece si intende il numero di calorie bruciate in condizioni di riposo e dipende soprattutto dalla massa magra. Per farvi un esempio:

Persona A:

Peso 65 kg

Massa Grassa 30,7 %

Massa Magra 45 kg

Metabolismo Basale 1350 cal/gg

Persona B:

Peso 65 kg

Massa grassa 20%

Massa Magra 50 kg

Metabolismo Basale 1500 cal/gg

Tutto chiaro? Bene

Perché negli anni vediamo “sembra” che il metabolismo delle persone non bruci più come una volta?

Molto tempo fa mangiare era solo funzionale, serviva a sopravvivere, si mangiata quel tanto quanto bastava per avere le forze per svolgere le azioni quotidiane (per non parlare della qualità dei cibi di una volta)

Oggi mangiare è piacere, gusto, convenienza e praticità. Mangiamo per festeggiare, mangiamo per noia, per depressione, per socializzare, per passare il tempo.

Ci avete mai pensato? Avete mai sentito, “a me piace mangiare”? Oppure, “io non mi voglio privare dei piaceri della tavola”?

Penso di si, spero di non essere l’unico a sentire queste “affermazioni”. Il brutto è che ormai la gente è veramente assuefatta dal cibo, ne è dipendente, potremmo definirla una malattia.

Provate a pensarci, se a un neonato gli mettete davanti una fetta di torta al cioccolato, pensate che gli venga l’acquolina in bocca? Probabilmente vorrà metterci le mani dentro spinto dalla curiosità, senza dubbio, ma di certo non gli scatterà in mente quell’impulso di divorarla per poi “sentirsi bene”, questa differenza esiste semplicemente perché la mente del bambino non è ancora stata “fortunatamente” manipolata al fine di creare l’associazione CIBO = PIACERE.

Non a caso la maggior parte delle persone stressate o emotivamente deboli usa come valvola di sfogo il cibo. E’ una droga, ci avete mai pensato? Siete veramente sicure che deve essere il cibo a farvi star meglio, siete veramente sicure che a voi piace veramente mangiare? Che vi piace godervi i piaceri della tavola? O siete semplicemente vittime di questa “programmazione mentale”? Rifletteteci!

Con tutto questo non voglio dire che dobbiamo buttar giù cibo al solo scopo di nutrirci (anche se questo è effettivamente il motivo per cui il cibo esiste) senza dar soddisfazione al palato, ma per lo meno a diventare abbastanza consapevoli da essere noi a “scegliere il cibo” e non ad essere “il cibo a scegliere noi”.

E ora vorrei fare uno speciale appello alle mamme che stanno leggendo queste righe, provate a farvi questa domanda. “Io come mamma, che tipo di messaggio sto trasmettendo ai miei figli nei confronti del cibo?” Oppure se vogliamo vederla da un punto di vista che può sembrare un po cinico, ma a mio parere, oggettivamente più realistico “Che tipo di programma sto installando nella mente dei miei figli nei confronti del cibo?”

Bene, credo che per questa settimana, vi abbia già dato un bel po di materiale su cui riflettere e pensare. Continueremo ad approfondire questo argomento che la prossima settimana, in modo da continuare a mettere su un mattoncino alla volta, per far si che…

…voi diventiate la Miglior Versione di Voi Stesse

Coach Enzo

Enzo Margotta

Coach del Benessere Membro Indipendente Herbalife

FACEBOOK: https://m.facebook.com/coachenzoh24/

PER CONTATTARE I NOSTRI ESPERTI SCRIVI A espertorisponde@chedonna.it