Home Attualità

Notizie del giorno: le news più importanti del 20 luglio

CONDIVIDI

Notizie del giorno: Donald Trump ufficialmente proclamato candidato del Partito repubblicano alle presidenziali Usa di novembre; chi erano le vittime italiane della strage di Nizza; l’aggressore del treno in Germania voleva vendicare un amico ucciso in Afghanistan.

Donald Trump candidato alla Casa Bianca

Donald Trump e la moglie Melania alla convention di Cleveland (Joe Raedle/Getty Images)
Donald Trump e la moglie Melania alla convention di Cleveland (Joe Raedle/Getty Images)

Donald Trump è ufficialmente il candidato del Partito repubblicano alle elezioni presidenziali che si terranno negli Stati Uniti il prossimo 8 novembre. Trump, che aveva già stravinto le primarie del partito, ha visto la formalizzazione della sua nomination ieri, alla convention repubblicana di Cleveland, in Ohio. Il miliardario newyorchese è stato incoronato dai delegati riuniti a Cleveland. La soglia dei 1.237 delegati necessari per la candidatura l’ha raggiunta grazie ai voti a favore della delegazione di New York. In platea c’erano anche i figli Donald Jr., Eric, Tiffany e Ivanka. A far discutere in questi giorni è stato il discorso della moglie di Trump, Melania, che ha pronunciato frasi fotocopia di quelle di Michelle Obama nel discorso di nomina del marito Barack nel 2008.

Strage di Nizza: le vittime italiane

Vittime italiane di Nizza
Vittime italiane di Nizza

Le vittime italiane della strage di Nizza sono sei, se si conta anche l’italoamericano Nicolas Leslie, studente di 20 anni, figlio di un americano e di una italiana. Nicolas era un ragazzo pieno di entusiasmo e di energia. Appassionato ed esperto di kite-surf, studiava all’Università di Berkley, in California. Viveva a Del Mar, una cittadina vicino a San Diego. Nicolas era nato a Milano e si era trasferito negli Stati Uniti con i genitori quando era ancora piccolo. Nicolas si trovava a Nizza per un programma di interscambio universitario. La sera del 14 luglio si trovava sulla Promenade Des Anglais, come molte altre persone, per assistere ai fuochi di artificio. Le altre vittime italiane dell’attentato sono i coniugi di Voghera (Pavia) Gianna Muset (68 anni) e Angelo D’Agostino (71 anni), il 90enne Mario Casati e la sua compagna 77enne, Maria Grazia Ascoli, entrambi milanesi, poi Carla Gaveglio, casalinga 48enne di Piasco (Cuneo), che la figlia 14enne ha detto di aver visto ancora viva quando veniva caricata sull’ambulanza. Il consolato italiano a Nizza ha fatto sapere che si stanno accelerando le pratiche di rimpatrio delle salme. Della salma si Nicolas Leslie si occupano le autorità statunitensi. Il Presidente della Repubblica Mattarella e il Presidente del Consiglio Renzi hanno espresso il loro cordoglio per le vittime e la vicinanza alle loro famiglie.

Aggressione con l’ascia nel treno in Germania

Aggressione con l'accetta in un treno in Germania, 18 luglio 2016 (KARL-JOSEF HILDENBRAND/AFP/Getty Images)
Aggressione con l’accetta in un treno in Germania, 18 luglio 2016 (KARL-JOSEF HILDENBRAND/AFP/Getty Images)

Si delinea l’identikit del 17enne afghano che la sera di lunedì 18 luglio ha aggredito con un’ascia e un coltello i passeggeri di un treno regionale in Baviera, a Würzburg. Il 17enne è un profugo, giunto in Germania senza genitori ed era stato affidato ad una famiglia. Nella sua stanza la polizia tedesca ha trovato una bandiera dell’Isis disegnata a mano. Si pensa si tratti di un lupo solitario che ha agito dopo essere stato sedotto dalle campagne che il sedicente Stato islamico conduce sul web, catturando nella sua rete le persone più deboli e suggestionabili. Nonostante l’Isis abbia rivendicato l’attacco, il ragazzo ha agito da solo. Nelle ultime ore l’Isis ha anche pubblicato un video in cui il diciassettenne afghano minaccia la Germania Il video è intitolato “Germania: video del soldato dello Stato islamico Muhammad Riyad che ha compiuto l’attacco di Wurzburg”. Nel filmato il giovane si identifica come un “soldato del Califfato” e minaccia ulteriori attacchi da parte dell’Isis “in ogni villaggio, città e aeroporto”. “Farò un attentato suicida in Germania”, dice il diciassettenne nel video. “Vi combatterò fino a quando il sangue mi scorrerà nelle vene”. Il motivo di tanto odio starebbe nella volontà di vendicare un amico ucciso in Afghanistan. Durante l’aggressione nel treno di lunedì sera sono state ferite cinque persone, due sono ancora in pericolo di vita. L’aggressore è stato ucciso dalla polizia mentre tentava di fuggire dopo che il treno era stato fermato.

Donald Trump alla convention di Cleveland, servizio di Euronews – VIDEO