Home Maternità

La scelta del nome per il bebè è un rompicapo? Ecco 8 modi originali per trovarlo!

CONDIVIDI

La gioia per l’arrivo di un bambino è infinita. Tutto inizia a ruotare intorno a lui, ma soprattutto inizia la ricerca del nome e ciò può rivelarsi molto, ma molto difficile. Scegliere un nome non è così semplice come sembra, perché quel nome durerà tutta la vita oltre ad avere anche un alto valore simbolico sia per i genitori, sia per il bambino.

La scelta del nome è un problema?

Ci sono migliaia di libri con elenchi infiniti di nomi e spesso i genitori ricorrono a questo mezzo. Oppure, seguendo la tecnologia, ci sono tanti siti con altrettanto sterminati elenchi di nomi a disposizione sia nella propria lingua o in altre.

Questa volta sono stati i nostri vicini di casa, i francesi, più precisamente il sito Enfant.com a escogitare 8 modi originali per aiutare i genitori nella scelta del nome.

scelta nomeIl gioco dei contrari

Siete in attesa di una bella femminuccia? Allora andate a cercare nei nomi per i maschietti. Ci sono tanti che vanno bene per entrambi, come ad esempio Andrea, ma sarete sorpresi di scoprire quanti nomi maschili vanno bene anche per le bambine, ovviamente senza esagerare!

Le vostre passioni possono essere fonte di ispirazione!

I libri e i siti vanno pur bene per cercare un nome, ma perché non andare a scavare nel campo delle vostre passioni ed interessi per la scelta del nome? Amate il cinema? Ecco una buona fonte di ispirazione. Amate uno sport in particolare? Allora cercate in questo ambito, troverete tanti nomi che possono piacervi.

Tornate indietro nel tempo e ripercorrete i vostri ricordi!

Un viaggio che vi accomuna, che ricorda voi due come coppia. Parigi, Londra, Madrid…insomma un luogo che avete visitato insieme o magari, se avete la certezza del luogo di concepimento. Magari vi ispirano i nomi dei posti da voi visti e che pronunciandolo una volta avuto il bebè, esso possa essere sempre un modo per ricordavi quei momenti meravigliosi.

Tenete gli occhi aperti!

Non lasciatevi sfuggire nulla, tenete d’occhio tutto ciò che vi passa per le mani. Riviste, pubblicità, giornali, annunci. Qualunque cosa potrebbe essere fonte di ispirazione per la scelta del nome.

Usare il soprannome?

Si sceglie un nome, a volte un po’ lungo, e ciò che accade è che si inizia a chiamarli col soprannome, quindi perché non usarlo direttamente come nome? Esempi? Isabella – Isa o Bella o Ella oppure Tommaso – Tom – Tommy. Provate a cercarne altri, vedrete che sorprese e potrebbero indurvi a scegliere direttamente un soprannome come nome.

scelta nome3Allontanatevi da fonti tradizionali per percorrere nuove strade!

Ok, assodato che internet e libri non sono le uniche risorse, vi ricordiamo che mettersi in macchina per fare un bel giro in città o in campagna può essere vera fonte di ispirazione. Come? I nomi di strade, paesini, fermate di autobus, scuole…insomma, che ve ne pare?

E se tornaste alle origini?

Una volta era tradizione dare i nomi familiari. E’ passato di moda, quello per cui si opta è l’originalità. Ripercorrete il vostro albero genealogico, potreste trovare qualche nome che potrebbe ispirarvi. Fatto sta che i nomi un poco ‘retro’ stanno tornando di moda.

Puntate sulla qualità!

Come vorreste che fosse il vostro futuro bambino? Fedele, amabile, costante…ecco perché non cercare negli aggettivi qualitativi? Oppure altri aggettivi? Spaziate pure, non soltanto nella lingua italiana.

Buona ricerca per la scelta del nome del vostro futuro bebè!

Fonte: Vanityfair.it

FACCIAMOCI DUE RISATE CON TERESA MANNINO IN ‘HUGGIES MAMMA CHE RIDERE’ LA SCELTA DEL NOME – VIDEO