Home Attualità

Bimba digita nome di un assassino su Google, quello che scopre è agghiacciante

CONDIVIDI

Ian-Huntley-300x225

Quella che vi stiamo per raccontare è una storia che ha dell’incredibile. Immaginatevi la sceneggiatura di uno dei migliori film horror: una bambina di 14 anni deve consegnare una ricerca a scuola, e la ricerca riguarda i peggiori crimini eseguiti nel suo paese.

La bimba digita il nome di uno dei peggiori killer di quel luogo, Ian Huntley, accusato di aver ucciso nel 2002 due bambine di 4 anni. Immaginate lo sgomento della bambina quando, dopo aver digitato il nome sui motori di ricerca, si è vista davanti una foto vecchia dell’assassino con accanto proprio lei e la sua mamma: quello era il suo papà naturale, quello stesso papà che uccise due sue amichette quando entrambe avevano 4 anni.

La mamma di Samantha, questo il nome della ragazza oggi 18enne, aveva cercato di nascondere questa crudele realtà alla figlia per non darle il peso degli errori terribili del padre naturale, che la madre lasciò ancora incinta per degli abusi subiti, e riaccompagnandosi con un altro uomo che tutt’ora si prende cura della donna e della figlia dell’assassino.

Samantha dopo aver scoperto questa agghiacciante verità della sua famiglia, decise di ‘ripagare’ l’errore del padre, diventando un paramedico, e salvando vite umane. Dopo aver letto un plico che la mamma custodiva sotto il letto, riguardante il vero padre e la loro storia, la ragazza disse:

“Riga dopo riga, mi sono resa conto dell’orrore che aveva vissuto mia madre, fino a quando ha finalmente trovato la forza di lasciarlo. L’aveva picchiata, violentata, buttata giù dalle scale quando era incinta. La verità è che stava tentando di farla abortire, voleva uccidermi”