Home Maternità

Smalto in gravidanza, si o no?

CONDIVIDI

Se siete tra le donne in attesa di dare alla luce un bimbo, vi sarete di certo scontrate con alcuni dei divieti a cui i medici mettono di fronte durante i nove mesi di gravidanza.

smalto

 

No a fumo, alcool, tinte per capelli e smalto! Ma davvero nel caso dei trattamenti di bellezza, si deve rinunciare? La scienza da risposte contrastanti a riguardo, ma le nuove teorie sembrano essere molto più permissive per  l’utilizzo di tinta per capelli e smalto in gravidanza.

Smalto in gravidanza, tutta la verità sulla tossicità di questo prodotto di bellezza

Lo smalto per unghie contiene molti ingredienti che se inalati provocano irritazione delle mucose o peggio, come nel caso della formaldeide, anche tumori.

VIDEO NEWSLETTER

Le scuole di pensiero riguardo l’utilizzo dello smalto per unghie in gravidanza, sono contrastanti. Ci sono medici legati alle vecchie teorie che vietano assolutamente l’utilizzo di sostanze chimiche durante la gestazione, mentre altri che hanno piena fiducia nelle nuove formulazioni degli smalti per unghie.

La verità si dice, stia sempre nel mezzo, e anche in questo caso potrebbe essere così. Lo smalto ovviamente contiene sostanze chimiche che se inalate possono provocare irritazione alle prime vie aeree o agli occhi, ma se applicato all’aperto o in zone della casa ben arieggiate, si potrebbe ovviare a questo problema.

Il secondo pericolo in gravidanza relativo all’utilizzo di smalto per unghie è quello che comporterebbe l’assorbimento di sostanze nocive da parte della pelle.

Anche in questo caso alcuni medici sostengono che se il prodotto è di buona qualità e controllato, non dovrebbe contenere una quantità pericolosa di sostanze chimiche.

Per questo dopo il terzo mese di gravidanza, il più delicato, lo smalto si potrebbe utilizzare senza alcun timore.

Bisogna usare tutto,  ma nella giusta misura. Certo è che per la salute del nostro bambino,  non mettere una passata di smalto, non dovrebbe essere una grande rinuncia.

A voi la decisione, care mammine!