Home Matrimonio

Le disavventure di 9 damigelle…c’è da ridere!

CONDIVIDI

Il giorno delle nozze è il giorno più bello nella vita degli sposi e in alcuni casi, anche per le damigelle. Sono coloro che precedono o accompagnano la sposa all’altare, quasi sempre indossano abiti di tonalità uguale e può capitare che, come in questi casi, finiscano al centro dell’attenzione per qualche disavventura oppure perché qualcuna di loro ha un segreto inconfessabile.

Avete voglia di farvi qualche sana risata ‘post-imbarazzo’?

Ecco a voi le disavventure di queste 9 damigelle!

Foto: iStockPhotos
Foto: iStockPhotos

Partiamo da Claudia, che è arrivata ubriaca all’altare. Claudia è una ragazza molto magra, sottopeso. Non ha saputo dire no a qualche bicchiere di spumante prima del matrimonio, mentre si preparava insieme alle altre damigelle. Non ha retto bene l’alcool e… “Mentre camminavo verso l’altare ho dovuto trattenermi per non cominciare a ruttare, tossire o singhiozzare. Alla fine sono riuscita ad arrivare al mio posto, ma ho cantato vittoria troppo presto. Mi è bastato rilassarmi un attimo, ed è finita. Insomma, ho vomitato praticamente a fianco all’altare, con il prete che stava aspettando di celebrare il matrimonio. Hanno dato una ripulita, e poi la cerimonia è cominciata davvero… ma io me la sono persa”.

Quando la damigella ha un debole per lo sposo? Un segreto a dir poco inconfessabile, ma una delle damigelle della sposa durante l’addio al nubilato, il giorno prima del matrimonio, lo confessa candidamente alla sposa, ovviamente sotto l’effetto dell’alcool. Lo racconta Gemma, un’altra damigella “Una delle damigelle era talmente ubriaca che ha confessato alla sposa che provava qualcosa per il suo futuro marito, e che non voleva che loro si sposassero. È stato imbarazzante a dir poco…”. Il giorno dopo poi, la mente era talmente annebbiata che non si ricordava nulla, pur cercando di ricostruire i pezzi del puzzle. “Noi stavamo lì divertite a guardarla preoccupata. Crudele, ma divertente. C’è stato però qualche momento di imbarazzo nel vederla all’altare, con davanti ai suoi occhi il ragazzo che le piaceva che sposava la sua amica”.

Foto: iStockPhotos
Foto: iStockPhotos

Emilia era la damigella d’onore del matrimonio della sua amica. Voleva organizzare un addio al nubilato particolare per metterla in imbarazzo: uno spogliarellista. Non essendoci problemi con le altre partecipanti, tra cui la sorella, la madre e la zia della futura sposa, la cosa sembrava alquanto tranquilla poiché erano adulte e vaccinate. Lo spogliarellista però, racconta Emilia…“E invece lo spogliarellista, e i suoi attributi scioccanti sono stati un po’ troppo, almeno per la zia della sposa, che è svenuta e ha sbattuto la testa cadendo a terra. L’ha dovuta caricare in macchina lo spogliarellista completamente nudo, e alla fine l’hanno portata al pronto soccorso. Commozione cerebrale”.

Un consiglio a tutte le damigelle: state lontane dalle candele! E’ successo ad Elena, il giorno del matrimonio della sua migliore amica. Era la damigella d’onore, tutto procedeva alla perfezione, la sposa era magnifica, la giornata stupenda, l’emozione alle stelle fino al momento in cui “… i miei capelli hanno preso fuoco. Sì, le mie chiome lunghissime, liscissime e perfette sono finite un po’ troppo vicino a una delle candele in chiesa, e il matrimonio si è interrotto tra le grida degli invitati che hanno visto le fiamme che mi salivano in testa. Dopo aver spento le fiamme tra le urla e il grande spavento, il matrimonio è ricominciato… ma non vedevo l’ora di trovare uno specchio e vedere quanto fossero gravi i danni!”

Immaginate la scena: Sara era una delle damigelle al matrimonio di un’amica. L’abito scelto da farle indossare era bellissimo, ma un tantino stretto. I movimenti era un poco castigati e mentre saliva in macchina, insieme alle altre damigelle, per percorrere la distanza che le separava dalla chiesa ecco che…”Mi sono piegata per sedermi dietro, e a un certo punto ho sentito una grossa risata. Quando mi sono girata, ho visto che le altre damigelle mi guardavano con il terrore negli occhi. Il vestito mi si era letteralmente squarciato sul sedere, lasciando ben poco all’immaginazione. Io volevo sotterrarmi, ma dopo un veloce intervento con spilli, ago & filo e persino un po’ di scotch ci siamo fatti un goccio di spumante, una bella risata e alla fine ho optato per un vestito diverso da quello delle altre damigelle. Anche se ogni volta che qualcuno vede le foto del matrimonio, mi chiede perché”.

Foto: iStockPhotos

I matrimoni a tema, ma non a temi tradizionali, no! Quello a cui ha partecipato Luisa era organizzato stile Guerre Stellari. Ebbene sì, la sua esperienza è stata veramente ‘stellare’ se così la vogliamo definire, poiché essendo lei vestita da Chewbacca (la creatura pelosa che emette rumori strani), tutto questo in una giornata di calore torrido è successo che…”alla fine la damigella Chewbacca è svenuta mentre gli sposi si scambiavano le promesse. Che figura!”.

A Lucia invece è capitato un piccolo incidente che ha coinvolto direttamente la sposa. Una chiesetta in collina, panorama suggestivo, il vialetto che conduceva ad essa in salita. Tutti in marcia, sposa avanti, damigelle dietro, tra cui proprio lei, Lucia. Ad un certo punto… ho pestato con la scarpa l’abito della sposa, che è caduta all’indietro ed è rotolata giù dalla collina attorcigliandosi allo strascico”.

Ci sono spose che il giorno del matrimonio sono veramente stressate. Così anche l’amica di Claudia. Le aveva consegnato la promessa matrimoniale scritta mentre la aiutava a prepararsi, perché non la perdesse e il luogo più sicuro era la scollatura. Così, tra una cosa e l’altra, il tempo che stringeva, Claudia dimenticò di averle infilate proprio lì. Al momento dello scambio delle promesse un momento di panico perché…”Naturalmente, la sposa si era dimenticata di avermele date, e le è venuto il panico. Io ho fatto finta di niente, sperando improvvisasse… ma niente da fare. E così, alla fine ho dovuto infilarmi la mano in mezzo al seno. Ma il foglio si era spostato e ho dovuto ravanare per qualche imbarazzantissimo minuto prima di tirarlo fuori e consegnarlo alla sposa”.

Foto: iStockPhotos
Foto: iStockPhotos

Un matrimonio a suon di sirene dei pompieri. Anna è la protagonista di quest’avventura capitata al matrimonio di cui era una dei testimoni. Il loro posto era vicino agli sposi, su una pedana rialzata. Era il momento del discorso del testimone e Anna si è sporta un po’ troppo indietro e…”sono volata giù dalla pedana… solo che praticamente mi sono incastrata tra la pedana e il muro, e non riuscivo più a rialzarmi in piedi. Sarò rimasta lì così 5 minuti mentre tentavano ti tirarmi fuori, finché hanno dovuto chiamare i pompieri. Mentre li aspettavamo, il testimone ha fatto il suo discorso, anche perché i tempi di intervento in casi non proprio di emergenza non sono rapidissimi. Il discorso l’ho sentito lì per terra, accartocciata contro il muro aspettando che arrivassero i soccorsi”.

Fonte: www.cosmopolitan.it

ACCONCIATURE PER DAMIGELLE – VIDEO!