Home Salute e Benessere

Il sole fa bene contro i danni del fumo

CONDIVIDI

Il sole protegge dai danni del fumo. La bella notizia da uno studio recente. Tutti i dettagli da CheDonna.it.

(iStock)
(iStock)

Prendere il sole aiuta a proteggere dai danni del fumo. Lo sostiene uno studio svedese pubblicato sulla rivista Journal of Internal Medicine. Lo studio è iniziato nel 1990 e ha coinvolto circa 30mila donne svedesi tra i 25 e i 64 anni di età. I ricercatori hanno dimostrato che le donne che prendono la tintarella hanno un rischio inferiore di contrarre malattie cardiovascolari, come infarto e ictus, e vivono più a lungo di chi evita il sole, in media dagli 0,6 ai 2,1 anni di vita in più.

Non solo, l’esposizione ai raggi solari riduce gli effetti dannosi del fumo di sigaretta. Il motivo è dovuto al fatto che la pelle produce maggiori quantità di vitamina D, la vitamina che protegge l’epidermide e aiuta a prevenire l’osteoporosi.

Inoltre, la pelle quando è esposta ai raggi solari rilascia ossido nitrico, una sostanza che può abbassare la pressione arteriosa. Infatti la tintarella aiuta a migliorare l’ipertensione quando è moderata.

Ovviamente c’è anche il rovescio della medaglia: troppo sole fa male, può favorire lo sviluppo di tumori, come il melanoma, e l’invecchiamento cutaneo, per questo è importante proteggere la pelle dai raggi ultravioletti in modo adeguato, evitando l’esposizione nelle ore più calde del giorno, quelle di massima irradiazione, e soprattutto impiegare creme solari con filtro protettivo alto. Consigli che valgono in special modo per le persone con la carnagione chiara. Importante, poi, è bere molto per evitare di disidratarsi e consumare alimenti ricchi di acqua, sali minerali e vitamine, come frutta e verdura, che aiutano l’organismo a reidratarsi e a mantenere giovane la pelle.