Home Attualità

Punizione choc, genitori lasciano il figlio nel bosco: sparito

CONDIVIDI

Una punizione choc da parte di una coppia di genitori nei confronti del loro figlio di soli 7 anni. Il fatto è accaduto in Giappone.

(iStock)
(iStock)

Una vicenda che ha dell’incredibile e che ci riporta a storie di altri tempi, quelli di certe fiabe oscure quando ai bambini “cattivi” venivano inflitte punizioni esemplari e severissime, a tratti crudeli. E’ quello che è accaduto in Giappone, quando una coppia di genitori per punire il figlio discolo, un bambino di 7 anni, hanno deciso di lasciarlo solo in un bosco. Sembra assurdo ma è così.

La realtà però non è come la favola di Pollicino e ora decine di poliziotti e volontari sono alla ricerca del bambino scomparso.

In un primo momento, i genitori non avevano detto la verità alla polizia, raccontando che il figlio si era perso dopo essersi allontanato per raccogliere dei frutti nella foresta. Solo in un secondo momento, i genitori del bambino hanno ammesso di avergli ordinato di scendere dalla macchina, nei pressi del bosco, per punirlo dopo che il piccolo aveva lanciato dei sassi nel fiume. I genitori si erano poi allontanati, per dare una lezione al figlio, ma quando sono tornati il figlio non c’era più.

Il fatto è avvenuto sabato scorso, nei pressi della foresta del Monte Komagatake, a sud dell’isola di Hokkaido. Il bambino risulta ancora disperso e con sé non aveva del cibo. Con il passare delle ore la vicenda si fa sempre più drammatica. Sono circa 80 i poliziotti che stanno setacciando la foresta alla ricerca del bambino.