Home Attualità

Aereo egiziano scomparso: è finito nel Mar Egeo

CONDIVIDI

Aereo egiziano scomparso: ecco le ultime notizie sul volo MS804 da Parigi al Cairo di EgyptAir.

La rotta dell'aereo EgyptAir su Flightradar24
La rotta dell’aereo EgyptAir su Flightradar24

Proseguono le ricerche dell’aereo egiziano scomparso dai radar nelle prime ore di giovedì 19 maggio, poco prima di atterrare all’aeroporto del Cairo. L’aereo, un Airbus A320-232 della EgyptAir, era partito dall’aeroporto di Parigi di Roissy Charles de Gaulle alle 23:09 di mercoledì 18 maggio ed era atteso al Cairo quattro ore dopo. Purtroppo, però, l’aereo è scomparso dai radar alle 2:45, appena era entrato nello spazio aereo egiziano, ad un’altitudine di 37 mila piedi (circa 11.300 metri).

A bordo dell’aereo c’erano 66 persone: 56 passeggeri, tra cui un bambino e due neonati, poi 3 addetti alla sicurezza e 7 membri dell’equipaggio. Non c’erano italiani a bordo. I passeggeri sono soprattutto egiziani, 30 persone, poi 15 francesi, un britannico, un belga, un portoghese, un canadese, due iracheni, un kuwaitiano, un saudita, un sudanese, un algerino e un cittadino del Ciad.

Ieri era stata data la notizia del ritrovamento del relitto, in mare, al largo dell’isola greca di Karpathos, nel Mar Egeo, in acque territoriali egiziane. Notizia che però è stata smentita, anche se è molto probabile che l’Airbus si trovi in questo tratto di mare. Proprio in questa zona, il capitano di un mercantile greco aveva riferito di avere visto fiamme in cielo nel momento in cui l’aereo è scomparso, a circa 240 chilometri a sud di Karpathos.

Le notizie sono ancora scarse e confuse. Si è comunque saputo che poco prima di sparire dai radar l’aereo egiziano avrebbe compiuto due brusche virate per poi perdere improvvisamente quota.

Nelle ultime ore è emersa con forza l’ipotesi dell’attentato terroristico. A bordo dell’aereo egiziano potrebbe essere esplosa una bomba, come quella dell’aereo russo della Metrojet caduto lo scorso ottobre nel Sinai poco dopo essere decollato da Sharm el-Sheik e diretto a San Pietroburgo.

Se davvero si sia trattato di una bomba e se questa fosse stata portata a bordo al decollo, ovvero dall’aeroporto di Parigi, per la sicurezza francese si tratterebbe di un colpo durissimo. Che metterebbe a serio rischio anche i prossimi Europei di calcio.

Tuttavia, secondo alcuni dati, riportato da fonti di stampa, ricostruendo le precedenti rotte dell’Airbus di EgyptAir, sembra il velivolo abbia volato molto negli ultimi 2 giorni, il 17 maggio dal Cairo ad Asmara, poi il 18 maggio ben 5 tratte in un giorno: Asmara-Cairo, Cairo-Tunisi, Tunisi-Cairo, Cairo-Parigi e infine indietro da Parigi al Cairo, dove però non è mai arrivato.

I dubbi che ancora ci sono su una eventuale ipotesi attentato è che ancora non c’è stata alcuna rivendicazione.

Aereo scomparso: ultimi aggiornamenti

Sono stati trovati i rottami dell’Airbus della EgyptAir. Lo comunica la tv di Stato egiziana. “Pezzi di rottami dell’aereo e oggetti di passeggeri sono stati individuati 290 km a nord di Alessandria“, è la notizia ricevuta da fonti militari egiziane. Intanto proseguono le ricerche, sia da parte delle autorità egiziane che da navi di Francia e Grecia.