Home Maternità

Come ritornare a un seno tonico dopo la gravidanza?

CONDIVIDI

Durante i nove mesi di gravidanza e nell’allattamento il seno di una donna subisce una vera “magia”, alto, sodo, pieno, un seno tonico insomma e ci regala un décolleté da far invidia a chiunque. Purtroppo, però, dopo l’allattamento del bebè, la “magia” sparisce e ci si ritrova un seno spesso flaccido e raggrinzito.

E’ molto diffusa l’opinione che il seno si “rovini” a causa delle poppate, ma non è così. La pelle si distende dopo l’allattamento e questo cosiddetto rilassamento fa si che sembri svuotato e privo di tonicità.

Come tornare a un seno tonico?

mamma seno2

Quasi tutte le donne si ritrovano ad osservare questo fenomeno, ma è un passaggio temporaneo. Il corpo torna in forma dopo la gravidanza, ma ciò richiede tempo. Quindi è solo questione di tempo per tornare ad avere un seno tonico. Solo quest’ultimo permette alla pelle e alle ghiandole mammarie, dopo l’allattamento, di ritrovare il loro equilibrio, per tornare alla sua compattezza originaria.

Ci sono prodotti specifici rassodanti che aiutano a rinforzare ed elasticizzare la pelle, questi sono studiati appositamente per avere un’azione diretta ed efficace, contengono anche elementi nutritivi. Formano una specie di involucro-reggiseno proprio per sostenere le mammelle.

Un altro metodo per aiutare il seno a tornare in forma sono le spugnature fredde, con l’ausilio di panni in lino e cotone (il tessuto migliore). Questi vanno bagnati in acqua in cui dovrà esserci del ghiaccio frantumato e poi passati sul seno. L’azione tonificante è ottimale, si ha prima una contrazione dei capillari dovuti all’abbassamento della temperatura, poi gli stessi si dilatano, cosa che provoca un aumento del flusso sanguigno in superficie. Così le cellule vengono ossigenate e i tessuti rassodati.

Ai trattamenti sopraccitati ci abbiniamo una ginnastica specifica. Il seno non è sostenuto da muscoli a parte il grande pettorale che è la base di appoggio. Motivo per cui questo muscolo va mantenuto per dare modo al seno di essere più sorretto. Fare degli esercizi specifici con regolarità aiuta anche a rinforzare i legamenti sospensori (sostengono la massa della mammella). Un esercizio è la flessione facilitata. La posizione da assumere è quella a gattoni, mani a terra all’altezza delle spalle e le braccia tese. I gomiti vanno piegati in modo da arrivare con la fronte al pavimento per poi tornare in posizione originaria. Almeno due serie da 10 tutti i giorni.