Home Dieta e Alimentazione

Attenzione a mangiare troppe patate, può essere rischioso

CONDIVIDI

Troppe patate nella vostra alimentazione? Dovete fare molta attenzione, perché si possono correre dei rischi. Ecco quali. Tutti i particolari da CheDonna.it

Patate (iStock)
Patate (iStock)

Fare attenzione alla quantità dei cibi che assumiamo è molto importante. Oggi vediamo a sapere che mangiare troppe patate può fare male non per il rischio di ingrassare ma anche perché aumenta il rischio di pressione alta.

Lo sostiene una nuova ricerca condotta dall’ospedale Brigham and Women e dalla Harvard T.H. Chan School of Public Health a Boston e pubblicata sul British Medical Journal. Lo studio è stato effettuato da specialisti epidemiologi su un vasto campione di migliaia di persone, che all’inizio dell’esperimento avevano tutte con una pressione del sangue normale.

I ricercatori hanno esaminato il diario alimentare dei partecipanti allo studio e hanno verificato quale fosse il consumo di patate di ognuno. Alla fine è emerso che i partecipanti che consumavano quattro o più porzioni di patate a settimana, a prescindere da come fossero cucinate, lesse, fritte o al forno, avevano un rischio maggiore dell’11-17% di ammalarsi di ipertensione durante gli anni, rispetto a coloro che ne consumavano una quantità molto inferiore, non più di una volta al mese.

L’aumentato rischio di ipertensione dipenderebbe dagli amidi contenuti nelle patate. I ricercatori hanno infatti affermato che i partecipanti allo studio che nella loro dieta sostituivano una porzione di patate con una verdura non contenente amidi, vedevano ridursi il rischio di ammalarsi di ipertensione.

La raccomandazione, quindi, è quella di non mangiare troppe patate.