Home Gossip

Melita Toniolo risponde alle critiche su Instagram

CONDIVIDI

Melita Toniolo è stata bersaglio di critiche non troppo simpatiche sul social media Instagram. Così ha risposto ai detrattori. Tutti i particolari da CheDonna.it.

Melita Toniolo
Melita Toniolo

Per una donna, soprattutto quando è modella e showgirl, la bellezza e la gioventù sono diventate un obbligo, purtroppo. Specialmente alle donne di spettacolo non si perdona nulla: non va bene se invecchiano, non va bene se si fanno qualche ritocchino, inevitabile se stai nello star system. Alcuni fan, o meglio i fanatici, le vorrebbero giovani e belle in eterno, sempre uguali a se stesse. Così però non è, perché il tempo passa per tutti. Se poi ci si mette anche la cattiveria della gente, a sottolineare ogni minimo difetto o segno del passare del tempo, anche quando si tratta di donne ancora bellissime, ecco che il gioco al massacro è compiuto. E bisogna armarsi di tutta la propria forza interiore e costruirsi una bella corazza per resistere a certi urti.

C’è però anche chi perde le staffe e risponde per le rime ai detrattori. E’ quello che è successo alla modella, attrice e soubrette Melita Toniolo, bellissima ragazza addirittura accusata di essere “vecchia”.

Così Melita si è sfogata su Instagram:

“Appena metto una foto mia (anche del 1990) scrivono ‘sei vecchia’. Che poi se una si rifà per essere più giovane andate a criticare pure quella!”.

Così ha scritto la bellissima modella, trent’anni compiuti il 5 aprile, accompagnando lo sfogo con una immagine che riportava semplicemente una scritta in dialetto veneto: “Te sa tuto ti eora“, “sai tutto te allora“.

Una risposta diretta alle persone che l’hanno criticata, o peggio, insultata sui social network. Ma la Toniolo si p rivolta anche a quelli che pubblicano sul suo profilo commenti vogari:

“A tutti quelli che appena metto una foto qualsiasi scrivono ‘escile’ (ma no gave’ na donna a cui dirgheo?? – ma non avete una donna cui dirlo – ndr) avete rotto le palle… siete pesanti. Infantili, pesanti e scontati”.

Melita Toniolo ha continuato il suo sfogo, alternando italiano e dialetto, non mancando di una certa ironia.

“Ma quanta cativeria gavé dentro el cuor? Mi no son stata cusì cativa gnanca da picoea”, tradotto: “Ma quanta cattiveria avere nel cuore? Io non sono stata così cattiva neanche da piccola”.