Home DIY

5 trucchi per non stirare…o quasi!

CONDIVIDI

Lava, stendi, asciuga… metti da parte. Lava, stendi, asciuga…metti da parte. Lava, stendi, asciuga…metti.. e no, adesso bisogna proprio stirare! Vi riconoscete? Io mi riconosco alla perfezione. C’è una montagna di panni da stirare, una frase che mi ripeto almeno due o tre volte a settimana, soprattutto quelle camicie odiose. Eppure, arrivi ad un punto in cui non puoi più posticipare e ti tocca, anche perché non hai più nulla di stirato da poter mettere.

Ed ecco che mi sono imbattuta, quasi per caso, in un articolo che parlava proprio di questo.

Cosa bisogna fare per non dover stirare… o quasi?

Bucato

  • Sbattere bene i panni è il primo passo. Bisogna perdere qualche minuto di tempo per quest’operazione, ma evita di avere troppe pieghe e stropicciature, soprattutto per quanto riguarda tessuti come jeans, asciugamani oppure lino e alcuni tipi di cotone. Se proprio non vogliamo passare ore a stirare prendiamo la buona abitudine di sbattere i panni energicamente, anche due o tre volte, ne vale veramente la pena.
  • C’è il sole, i panni si asciugheranno in fretta! Ma lo sapevate che stendere il bucato con le temperature troppo alte può renderlo ancora più difficile da stirare? Un particolare che mi sfuggiva. E si, i raggi del sole lo induriscono. Quindi è preferibile stendere il bucato all’ombra e sfruttare l’aria calda ma al riparo del sole, questo aiuta ad ammorbidire i panni.
  • L’uso di grucce è consigliato soprattutto per le camicie, maglie, bluse, polo. Aiuta a non spiegazzare troppo i panni. Quindi dobbiamo procedere in questo modo: sbattiamo per bene i panni, li appendiamo sulle grucce chiudendo i bottoni e tirando delicatamente il tessuto per stendere le cuciture. Ovviamente questo non ci eviterà di doverle stirare, ma per lo meno faremo meno fatica. Qualche indumento però ci regalerà la gioia di essere appeso immediatamente nell’armadio.
  • Ne cambieremo minimo due al giorno col grande caldo che arriverà, le T-Shirt. Bisogna stenderle con le mollette. È risaputo però che le mollette lasciano dei segni, proprio lì dove si mettono e quindi è impossibile non doverle stirare. Ma, udite udite, per le T-Shirt vale la regola: molletta sotto le ascelle dove si trovano le cuciture. Così ci eviteremo i segni delle mollette e il filo dello stendibiancheria.
  • I mitici pantaloni, vanno stesi per la vita. Vale anche per le gonne, in caso di necessità usate più mollette. In tutto questo però, dobbiamo sempre ricordarci del primo step, quello di sbatterli per bene ed energicamente, tirare sempre delicatamente con le mani le cuciture e rimettere le tasche in forma. Il peso del pantalone dovrebbe essere sufficiente per lasciare il tessuto liscio e senza pieghe… o quasi!