Blunt cut: in cosa consiste il trend del momento?

Scalati, sfilzati, sfoltiti: abbiamo provato ogni genere di taglio per rendere i nostri capelli leggeri e flunti ma vi siete mai chieste se è ancora questo che la moda richiede? A quanto pare le cose non stanno proprio così.

Chi ha sentito parlare del blunt cut?

Che cosa è il blunt cut?

Letteralmente significa “taglio netto” e sta a indicare la recente moda che ci spinge a sfoggiare punte piene e super dritte, una linea netta che chiude una chioma più o meno lunga.

Niente di nuovo, direte voi: chi da bambina non ha portato i capelli drittissimi che finivano in prossimità delle spalle senza ciocche sbarazzine o simli? La novità sembra dunque essere semplicemente uno dei tanti “corsi e ricorsi storici” della moda se non fosse per lo strumento che permete di realizzare questo taglio e lo caratterizza: il rasoio. Solo lui permette di ottonere la massima precisione e spesso lo si vede utilizzato in combinazione con pettini o speciali ‘mascherine’ e barre per tenere i capelli più fermi.

Risultato? Un taglio ideale per chi vuole dare spessore ai capelli e rispettare l’attuale preferenza per le linee geometriche. Perfetto su bob e long bob, si adatta bene anche a qualche onda che lo rende più sbarazzino e romantico.

Insomma, pare proprio non esistano scuse per non dargli almeno un’opportunità. Volete provare? Di seguito qualche immagine che vi darà l’idea del risultato a cui potreste mirare.

blunt cut