Uccide due persone con l’auto e si vanta su Facebook

Una ragazza uccide due persone con l’auto in un incidente stradale e poi si vanta su Facebook. L’assurda storia dagli Stati Uniti.

(DPA) FACEBOOK

La follia del narcisismo ai tempi di Facebook. La mania di mostrarsi a tutti i costi e di svelare al mondo o almeno ai propri “amici” e followers sui social network dettagli della propria vita personale se in molti casi ha raggiunto livelli inopportuni e perfino grotteschi, in altri sta arrivando a toccare livelli di mostruosità inimmaginabili.

Quando il mostrarsi a tutti i costi finisce con il togliere qualunque senso della misura e di consapevolezza, il passo per arrivare a vantarsi anche di fatti negativi è breve. All’inizio può trattarsi di sciocchezze, ma poi c’è il rischio di esibire orgoglio perfino davanti a vere e proprie mostruosità, perdendo ogni contatto con la realtà e soprattutto ogni minimo senso di empatia verso il prossimo. Quello che conta è solo essere protagonisti, nel bene e nel male.

E’ proprio quello che è accaduto ad una ragazza americana di soli 18 anni, Brianna Longoria, il cui nome è finito su tutti i giornali e siti web del mondo. La ragazza ha avuto un grave incidente stradale dal quale è uscita illesa, ma in cui hanno perso la vita altre due persone. Il fatto è accaduto a Lancaster, in California. La settimana scorsa Brianna stava guidando la sua auto, una Honda, insieme a lei c’erano due amici. La giovane non ha rispettato uno stop e si è schiantata contro una Toyota. Per lei e per i suoi amici non ci sono state gravi conseguenze, i ragazzi sono stati portati in ospedale solo per dei controlli e per curare alcune ferite superficiali. Le due persone che viaggiavano sulla Toyota, invece, non hanno avuto scampo, sono morte sul colpo.

Un incidente del genere lascerebbe scioccato chiunque e provocherebbe profondo turbamento in chi ha causato, con la propria imprudenza, la morte di altre persone. Così non deve essere stato per Brianna, la 18enne, infatti, non ha resistito dal raccontare quello che era successo su Facebook, non solo dal raccontarlo ma addirittura dal vantarcisi.

“Sono su tutte le news per il brutto incidente in cui sono rimaste uccise due persone”.

Così ha scritto la ragazza sul suo profilo Facebook. La notizia che non ha potuto fare a meno di dare non è stata quella sullo shock o sul dolore per la morte delle due povere vittime per un incidente da lei provocato, che forse ci poteva pure stare, ma il fatto di essere finita su tutti i giornali, il fatto di essere protagonista in prima pagina. Una circostanza che deve far riflettere.

Il post comunque ha avuto molte reazioni negative. Almeno qualcuno sui social network non è completamente anestetizzato nei sentimenti.