Dieta mediterranea contro la frattura all’anca nelle donne

La dieta mediterranea protegge le donne dalla frattura all’anca. La buona notizia da CheDonna.it.

Anziana (Thinkstock)
Anziana (Thinkstock)

Che la dieta mediterranea avesse molte virtù lo sapevamo già. Ora un nuovo studio ci dice che può aiutare le donne nella prevenzione della frattura all’anca.

Un’alimentazione ricca di vegetali, frutta, legumi e pesce, i capisaldi della dieta mediterranea, riduce il rischio di frattura all’anca nelle donne in età matura. Lo sostiene uno studio dell’Università tedesca di Würzburg, condotto dal prof. Bernhard Haring e pubblicato sulla rivista scientifica Jama Internal Medicine.

Gli scienziati hanno preso in esame un vasto campione di oltre 90.000 donne tra i 50 e i 79 anni di età, già impegnate in uno studio americano, e le hanno seguite per circa 16 anni. Durante questo lungo periodo, i ricercatori hanno potuto osservare gli effetti della dieta mediterranea sul rischio di frattura all’anca.

Lo studio ha accertato che su 342 donne che seguono questo regime alimentare si può evitare un caso di frattura all’anca. Un dato giudicato importante dagli scienziati. Una circostanza non irrilevante, poi, è che la dieta mediterranea protegge dalla frattura all’anca nonostante non sia particolarmente ricca di latticini, che sono invece indicati per la salute delle ossa, grazie all’alto contenuto di calcio e vitamina D. Buone notizie, dunque, per l’alimentazione tipicamente italiana.

Sulle altre virtù della dell’alimentazione mediterranea, vi ricordiamo i benefici nella prevenzione dell’ictus.