Infermiera killer in manette: avrebbe ucciso 13 pazienti

0
1

Infermiera killer arrestata dai carabinieri a Piombino. I dettagli da CheDonna.it.

Ospedale (Christopher Furlong/Getty Images)
Ospedale (Christopher Furlong/Getty Images)

Una vicenda che purtroppo non è nuova e che ci rimanda al caso dell’infermiera di Lugo recentemente condannata all’ergastolo per aver procurato volontariamente la morte di una paziente con un’iniezione letale di potassio. Questa volta l’infermiera killer lavorava all’ospedale di Piombino, in Toscana, in provincia di Livorno, e a suo carico sono state formulate accuse gravissime: l’uccisione di 13 pazienti.

L’arresto della donna è avvenuto questa mattina all’alba, eseguito dai carabinieri del Nas. L’infermiera è accusata dell’omicidio volontario di 13 pazienti ricoverati nell’ospedale di Piombino. Il gip del Tribunale di Livorno Antonio Pirato ha disposto la custodia cautelare in carcere per l’infermiera.

I fatti risalgono agli anni 2014 e 2015. A seguito delle indagini, gli inquirenti avrebbero scoperto che la donna, infermiera professionale all’ospedale civile di Piombino, avrebbe consapevolmente ucciso 13 pazienti che erano ricoverati per varie patologie presso l’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale di Piombino. L’accusa formulata a carico della donna è di omicidio volontario continuato.

L’operazione è stata denominata “Killer in corsia” e ha portato i carabinieri del Nas ad effettuare anche alcune perquisizioni.

.