Aereo dirottato a Cipro, a bordo un italiano.

0
3

Terrore in Egitto: un aereo è stato dirottato da un gruppo di terroristi.

Aereo (Getty Images)
Aereo (Getty Images)

Le notizie sono ancora frammentarie, ma le agenzie internazionali riferiscono che un aereo è stato dirottato da un gruppo di terroristi armati e con cinture esplosive indosso.

Si tratta di un Airbus della Egypt Air con 55 passeggeri a bordo, “dirottato da Alessandria d’Egitto verso Larnaka (Cipro)”. Come scrive la stessa compagnia egiziana su twitter. L’Airbus è atterrato all’aeroporto di Lankara, dove è tutt’ora fermo.

La tv panaraba Al Jazeera fa sapere in un’ultima ora che “un passeggero sospettato di portare una cintura esplosiva ha dirottato l’aereo verso Cipro”. Sembra, tuttavia, che a bordo ci sia più un dirottatore. Lo ha riferito una fonte ufficiale cipriota sotto anonimato. I dirottatori avrebbero chiesto alle autorità cipriote di far allontanare la polizia dall’aereo.

Nel frattempo, donne e bambini vengono fatti scendere dall’Airbus dai terroristi.

Aereo dirottato: ultimi aggiornamenti

Secondo le ultime notizie e stando a quanto riferiscono fonti cipriote, i dirottatori avrebbero fatto scendere tutti i passeggeri dall’Airbus.

Intanto lo Stato di Israele ha elevato lo stato di allerta. Lo ha riferito la televisione commerciale israeliana Canale 2. Aerei della aviazione militare hanno avuto ordine di impedire a quel velivolo di penetrare nello spazio aereo israeliano.

La Farnesina comunica che a bordo dell’Airbus di Egypt Air si trova anche un italiano, che sarebbe ancora a bordo. Non tutte le persone che si trovavano sull’aereo, infatti, sono state rilasciate: l’equipaggio e quattro “stranieri” sono ancora a bordo.

L’Airbu sarebbe stato dirottato da un uomo di nazionalità egiziana, Ibrahim Samaha, secondo quanto riferisce l’agenzia ufficiale egiziana Mena. Il dirottatore avrebbe chiesto “asilo politico a Cipro”, fa sapere la tv di Stato egiziana.

L’italiano a bordo dell’aereo si chiama Andrea Bianchetti e si viene a sapere che è stato rilasciato.  Nel frattempo, le autorità egiziane fanno sapere che l’episodio non è da collegare al terrorismo. E’ stata anche esclusa la presenza di esplosivo a bordo. Il dirottatore “non è un terrorista, ma un idiota“, ha detto un funzionario del ministero degli Esteri egiziano. “L’autorità cipriota ha informato l’unità di crisi egiziana che non c’era esplosivo a bordo dell’aereo egiziano dirottato”, ha aggiunto il funzionario. Il dirottatore ha 27 anni ed è un professore di medicina veterinaria ad Alessandria. Il giovane, identificato con il nome di Ibrahim Samaha, ha la doppia cittadinanza, americana ed egiziana.

Tuttavia, nuove notizie sul dirottamento, informano che il dirottatore non sarebbe l’uomo indicato dall’autorità egiziane, ma un altro uomo che si chiama Seif Eldin Mustafa e che avrebbe richiesto la liberazione di alcuni prigionieri in Egitto. Non si tratta dunque di Ibrahi Samaha come annunciato in precedenza. Il rettore dell’Università di Alessandria, Ashraf Nazem, ha precisato che Samaha era sull’aereo solo come “passeggero” e stava andando al Cairo per volare negli Stati Uniti per assistere ad una conferenza sulla scienza dell’alimentazione.

Aereo dirottato: l’epilogo

Il dirottatore dopo lunghe trattative si è arreso alla polizia, è uscito dall’aero con le braccia alzate ed è stato arrestato. “E’ finita. Il dirottatore è stato arrestato“, ha riferito in un tweet il ministero degli Esteri cipriota.

Durante il dirottamento, Seif Eldin Mustafa avrebbe chiesto di parlare con la ex moglie. Poi avrebbe chiesto anche la liberazione di alcune detenute egiziane. Mancano però ancora conferme ufficiali sulle vere intenzioni dell’uomo. “Il dirottatore all’inizio aveva chiesto di andare in Turchia”, ha confermato il ministro dell’aviazione cipriota Fathy. Ma dopo alcune “trattative” l’aereo si è diretto a Cipro perché era più vicino.