Home Attualità Le bionde sono più intelligenti, lo dice la scienza

Le bionde sono più intelligenti, lo dice la scienza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:00
CONDIVIDI

Bionde e intelligenti, la nuova scoperta scientifica che fa discutere. Tutti i dettagli da CheDpnna.it.

(iStock)
(iStock)

Donne bionde belle ma “stupide“? Niente di più falso. Non solo si tratta di un pregiudizio mal riposto ma perfino di una inesattezza scientifica. Perché le donne bionde non solo non sono “oche”, come purtroppo ce le hanno mostrate molti film e libri e tutto un immaginario collettivo duro a morire, ma sono perfino più intelligenti delle brune e delle rosse. A sostenerlo sono i ricercatori della Ohio State University, in uno studio pubblicato su Economics Bullettin.

Le bionde avrebbero un quoziente intellettivo più alto, anche se di poco, rispetto a castane, brune e rosse. E immaginiamo già che molte more, castane e rosse insorgeranno di fronte a questa scoperta.

Lo studio dell’Università dell’Ohio è stato condotto su 10mila persone e ha esaminato i dati del National Longitudinal Survey of Youth 1979, un sondaggio effettuato negli Stati Uniti che ha coinvolto ragazzi e ragazze tra i 14 e i 21 anni. Nel 1980 è stato chiesto agli esaminati di svolgere l’Armed Forces Qualification Test, il test utilizzato dal Pentagono per determinare il grado di intelligenza delle reclute. Infine, nel 1985, ciascuno dei ragazzi ha dovuto indicare il colore naturale dei propri capelli. Per evitare pregiudizi su differenze etniche e razziali, gli studiosi hanno eliminato dallo studio gli afro-americani e gli ispanici.

Alla fine, i risultati del test avrebbero evidenziato che le donne bionde avevano un QI medio di 103,2 rispetto a 102,7 di quelle con i capelli castani, 101,2 di quelle con i capelli rossi e 100,5 di quelle con i capelli neri. Risultati simili sono stati accertati anche per gli uomini biondi.

Per evitare equivoci e polemiche, gli studiosi hanno tuttavia precisato che non è possibile stabilire una relazione genetica tra il colore dei capelli e l’intelligenza. I risultati ottenuti, hanno spiegato, potrebbero dipendere dal fatto che le donne prese in esame erano molto stimolate intellettualmente. Insomma potrebbe essersi trattato di un puro caso, dovuto più all’ambiente in cui ragazze e ragazzi erano cresciuti. Va inoltre aggiunto che la differenza di quoziente intellettivo tra le bionde e le altre ragazze non è significativa a livello statistico.

L’autore dello studio, Jay Zagorsky, ha dichiarato:

“Non credo che si possa dire con certezza che le bionde sono più intelligenti, ma si può sicuramente dire che non sono più stupide”.

Insomma, brune, castane e rosse possono stare tranquille, non sono meno intelligenti delle donne bionde, è solo che queste non sono stupide, come spesso purtroppo molti pregiudizi hanno sostenuto. Ma per affermare ciò non avevamo bisogno della scienza.

A sfatare il mito della presunta stupidità delle donne bionde di aveva già pensato un film di qualche anno fa con Reese Witherspoon come protagonista, il divertente “La rivincita delle bionde” del 2001. Nel film una bionda apparentemente svampita riesce a laurearsi in legge, alla prestigiosissima Università di Harvard, e a diventare un avvocato di grido.

Una clip dal film