Bruxelles: catturati i terroristi in fuga

0
2

Bruxelles. Ultime notizie sul blitz antiterrorismo di ieri nella capitale belga

Polizia antiterrorismo a Bruxelles (EMMANUEL DUNAND/AFP/Getty Images)
Polizia antiterrorismo a Bruxelles (EMMANUEL DUNAND/AFP/Getty Images)

Le ultime notizie dalle agenzie di stampa internazionali riferiscono che i due presunti terroristi che erano riusciti a fuggire durante il blitz di ieri a Bruxelles sono stati appena catturati dalle forze speciali di polizia.

Ieri pomeriggio nella capitale belga era tornata la paura insieme all’imponente schieramento di forze speciali antiterrorismo, con interi quartieri blindati, residenti chiusi in casa e bambini bloccati a scuola. Durante un’operazione congiunta di polizia belga e francese era iniziata la perquisizione in un appartamento nel comune di Forest, nella zona meridionale della regione di Bruxelles. L’operazione rientrava nelle indagini sugli attentati di Parigi del 13 novembre scorso, per i quali si cercano ancora in Belgio i complici dei terroristi che in differenti attacchi hanno ucciso complessivamente 130 persone e causato diverse centinaia di feriti. Su tutti, il ricercato numero uno è il giovane Salah Abdeslam, che faceva parte del commando che ha messo a ferro e fuoco la capitale francese, ma che a differenza dei compagni non si è fatto esplodere, fuggendo in Belgio, di cui è cittadino, e nascondendosi a Bruxelles.

Salah è ancora latitante. Durante la perquisizione di ieri, le forze speciali di polizia pensavano di trovare un appartamento vuoto, si sono trovate davanti invece tre presunti terroristi che hanno fatto fuoco con i kalashnikov. Nella sparatoria, quattro agenti di polizia sono rimasti feriti, mentre un terrorista è stato ucciso. Gli altri due sono riusciti a scappare.  Ora la notizia che sono stati catturati.

Terroristi Bruxelles: aggiornamenti

Le ultime notizie sul caso precisano che non sono i due terroristi coinvolti nella sparatoria di ieri pomeriggio a Bruxelles ad essere stati arrestati, ma altre due persone. Lo ha riferito il procuratore federale titolare dell’inchiesta, precisando che al momento non è certo che i due fermi siano coinvolti nella sparatoria.

Intanto, nell’appartamento dove ieri si è verificata la sparatoria è stata trovata una bandiera nera dell’Isis.