Arti marziali per proteggere il cuore

0
1
Tai Chi (LIU JIN/AFP/Getty Images)

Le arti marziali, in particolare il Tai Chi, fanno bene al cuore. Tutti i particolari da CheDonna.it.

Tai Chi (LIU JIN/AFP/Getty Images)
Tai Chi (LIU JIN/AFP/Getty Images)

Le arti marziali cinesi e in particolare il Tai Chi, antichissima disciplina, sono un toccasana per il cuore e per i cardiopatici. Si tratta di una recente scoperta pubblicata sul Journal of American Heart Association. Lo studio è opera dei ricercatori dell’Università dello Sport di Shanghai. Forse un po’ di parte, ma i benefici delle arti marziali per la salute sono noti da tempo.

I ricercatori cinesi hanno analizzato 35 studi già condotti sulla materia e mettendoli a confronto hanno potuto rilevare che le arti marziali come il Tai Chi contribuiscono ad abbassare la pressione del sangue, i trigliceridi e il colesterolo, migliorando in genere la salute delle persone che soffrono di cuore.

Il Tai Chi è un’arte marziale non traumatica e adatta a tutti, giovani e anziani, persone sane e con patologie. Attraverso un esercizio fisico dolce e dai movimenti armoniosi, simili a quelli di una danza, il Tai Chi migliora la respirazione, la consapevolezza e il controllo del corpo, la flessibilità ma anche la forza, inoltre aiuta la meditazione. Tutti effetti che hanno una ricaduta positiva sulla salute. Una attività fisica ideale per chi non può fare troppi sforzi come le persone cardiopatiche.

La nuova ricerca dell’Università di Shanghai ha preso in esame i dati su 2.249 pazienti con malattie cardiovascolari, provenienti da 10 Paesi diversi. I soggetti dell’esperimento erano stati seguiti per un anno, durante il quale avevano praticato arti marziali cinesi, come il Tai Chi o il Qui Gong. Arti marziali a parte, i pazienti non avevano cambiato le loro abitudini. Quindi, in base all’attività praticata con il Tai Chi e il Qui Gong, gli studiosi hanno potuto accertare l’effetto benefico di queste discipline sulle condizioni di salute.

Infatti, i pazienti che avevano praticato arti marziali hanno presentato una riduzione della pressione arteriosa sistolica di oltre 9,12mmHg (millimetri di mercurio) e della pressione diastolica di oltre il 5 mmHg, insieme a importanti riduzioni nei livelli di colesterolo cattivo (Ldl) e dei trigliceridi. Non solo, è stato osservato anche un calo della depressione, Segno che le arti marziali avevano avuto un buon effetto anche sull’umore.

I ricercatori cinesi hanno sottolineato, oltre ai benefici, il “basso rischio” del Tai Chi per pazienti affetti da malattie cardiovascolari, quelle che peraltro costituiscono “la principale causa di invalidità e di morte nel mondo”.

In passato, altri studi avevano confermato i benefici delle arti marziali cinesi contro i tumori e la demenza.

Tutti a fare Tai Chi allora! Una disciplina che non solo fa bene alla salute, ma insegna anche il controllo e la grazia nei movimenti. Quindi particolarmente indicata nelle donne.