Home Cultura

LIBRI: ‘Tre giusti’

CONDIVIDI

4fe9be10-ebfb-4a64-a8bd-6805fe08cd05

Fiumi gelati da attraversare, un lungo cammino nella foresta, ciarlatani traditori e uomini dotati di una forza oscura; prove quasi magiche per recuperare un’opera di bellezza antica. È più psichedelico di Guerre stellari l’Angelo sigillato di Nikolàj Leskóv.

A proposito della Sonata a Kreutzer: se una sconosciuta ti sussurra di essere infedele, nascondendo il viso nell’ombra, cosa potrai mai consigliarle? Leskóv le consiglia di restare con il marito e tacere, per poi però assistere, più avanti, all’epilogo in un gorgo nero.
Quando sei di sentinella, non puoi lasciare, per nessuna ragione, il tuo posto. Ma se un uomo sta annegando proprio davanti a te, nel fiume, e chiede disperatamente aiuto?

Tre racconti meravigliosi del genio della letteratura russa nella nuova traduzione di Paolo Nori.

Non c’era un’anima viva, solo i fanali oscillavano al vento e tremolavano e col vento, a tratti, arrivava un grido… forse l’ultimo grido…
Ecco ancora uno spruzzo, ancora un urlo monotono e, nell’acqua, un gorgoglio.
La sentinella non si era trattenuta e aveva abbandonato il suo posto.”
L’uomo di sentinella in Tre giusti di Nikolàj Leskóv