Home Attualità

Insultata sui social, ragazzina di 14 anni si impicca

CONDIVIDI

Dramma del bullismo in Belgio. Una ragazzina di soli 14 anni si è tolta la vita impiccandosi dopo essere stata insultata sui social network e a scuola. La notizia da CheDonna.it.

Bullismo (Pixabay)
Bullismo (Pixabay)

L’atroce cattiveria del bullismo torna a colpire, facendo una nuova vittima tra le adolescenti più fragili. Questa volta è accaduto in Belgio, nella cittadina di Herstal, vicino Liegi. Il fatto risale a martedì scorso.

Un ragazzina di soli 14 anni, di nome Madison, si è tolta la vita in uno dei modi più atroci: si è impiccata. Il corpo è stato ritrovato dalla madre, nella tromba delle scale del palazzo dove abitava con la famiglia.

La quattordicenne era stata pesantemente insultata ed umiliata a scuola e sui social network e pare anche che fosse stata molestata, secondo quanto riportano le agenzie di stampa. Veri e propri abusi che andavano avanti da mesi, finché la ragazzina non ha più retto.

In soli due mesi è il secondo caso in Belgio. Il precedente risale allo scorso dicembre e ha avuto per vittima una ragazzina poco più che bambina, Laura, di appena 12 anni.

Il nuovo caso ha suscitato molto clamore in Belgio ed è ampiamente trattato dai media.

L’aspetto ancora più agghiacciante della vicenda è che ai bulli non è bastato tormentare Madison in vita. Come ha raccontato lo zio al giornale Sudpresse, gli insulti alla ragazzina sono arrivati sui social network anche dopo la sua morte. Un fenomeno che deve far interrogare tutti sull’educazione degli adolescenti e che inevitabilmente richiede misure ed interventi urgenti affinché questi casi non si ripetano in futuro.

Appena poche settimane fa, in Italia una ragazzina aveva tentato di togliersi la vita lanciandosi dal balcone di casa dopo essere stata vittima di bullismo a scuola.