Home Attualità

Una mamma ascolta il cuore del figlio scomparso

CONDIVIDI

Un episodio straordinario che ha fatto il giro del mondo, suscitando profonda commozione: una donna ha potuto ascoltare il cuore del figlio scomparso. Ve lo racconta CheDonna.it.

Heather-Clark-Jordan

Una storia drammatica, che però ha donato un momento di gioia ad una giovane mamma che ha perso il suo bambino all’età di soli sette mesi.

Siamo negli Stati Uniti, Heather Clark è una giovane donna che tre anni fa, nel 2013, perse in circostanze terribili suo figlio Lukas, sette mesi appena. Il bambino morì a seguito degli abusi subiti da parte del fidanzato della sua baby sitter. Una vicenda atroce.

Quando per il piccolo Lukas non c’era ormai più nulla da fare, mamma Heather acconsentì all’espianto degli organi che furono donati ad altri bambini che ne avevano bisogno. Il cuore del piccolo Lukas andò ad una bambina di nome Jordan, che all’epoca aveva 18 mesi.

In questi giorni, Heather Clark ha incontrato la piccola Jordan e sua madre Esther Gonzales. Un incontro caratterizzato da emozioni fortissime e dalla grande commozione delle due donne, che si sono trovate vicine.

Jordan oggi vive grazie al cuore di Lukas e Heather Clark ha voluto sentire il cuore del suo bambino, che non c’è più, battere nel petto della bambina a cui ha salvato la vita. Avvicinatasi con uno stetoscopio a Jordan, ancora troppo piccola per rendersi conto di cosa sia successo, Heather le ha appoggiato con delicatezza lo stetoscopio al petto e ha potuto sentire il battito del cuore del figlio. Mentre questo accadeva Heather teneva la mano di Esther Gonzales, la mamma di Jordan. Le due donne emozionatissime si sono abbracciate forte e tenute strette e forse la più commossa è stata Esther, travolta dal pianto. Un momento di grande commozione e profondità, che ha regalato un attimo di gioia ad una mamma che ha perso il suo bambino quando era ancora troppo piccolo.

L’incontro è avvento all’ospedale di Phoenix, in Arizona, dove la piccola Jordan ha ricevuto il cuore di Lukas.