Home Salute e Benessere

Zucchero: quantità eccessive danneggiano la memoria

CONDIVIDI

Che lo zucchero non faccia proprio bene, soprattutto in quantità elevate, già lo sapevamo. Ora nuovi studi hanno evidenziato altri potenziali danni provocati dall’eccessivo consumo di questo alimento. I particolari da CheDonna.it.

Caramelle (Pixabay)
Caramelle (Pixabay)

Abbiamo già visto quanto gli zuccheri possano essere dannosi per la salute e possano perfino incrementare la crescita dei tumori, soprattutto quello al seno. Ora, un nuovo studio ci dice che un consumo eccessivo di zucchero compromette l’apprendimento e la memoria.

Lo studio è stato condotto dall’Università Cattolica del Sacro Cuore, guidato da Giovanni Pani e Claudio Grassi, e pubblicato sulla rivista “Cell Reports“. Secondo i ricercatori, l’eccesso di zucchero blocca la riproduzione delle cellule staminali neurali dell’ippocampo, la parte del cervello dove ha sede il centro nervoso dei ricordi. Queste cellule staminali regolano le funzioni dell’apprendimento e della memoria. In presenza di eccesso di glucosio, come nel caso dei diabetici, viene compromessa la capacità di riprodursi di queste cellule.

I ricercatori hanno poi accertato che una dieta ipocalorica, al contrario, aumenta il numero di cellule staminali nel cervello, migliorando quindi le funzioni cognitive, memoria e apprendimento.

Lo studio ha prima analizzato le cellule staminali neurali in provetta, esponendole a grandi quantità di glucosio, poi sono stati effettuati esperimenti sui topi. In entrambi i casi, gli studiosi hanno accertato che l’eccesso di zucchero riduceva la capacità di riproduzione di nuove cellule staminali neurali. Nel primo caso hanno osservato il fenomeno in vitro, nel secondo hanno tenuto a dieta alcuni topi per quattro settimane, verificando che le cellule staminali neurali si moltiplicavano in modo più efficiente.

I ricercatori ipotizzano che le persone che tendono a consumare troppo zucchero abbiano una minore rigenerazione delle cellule staminali del cervello, con conseguenze negative sulla capacità di apprendimento e sulla memoria.

Lo studio quindi confermerebbe, svelandone i meccanismi, il peggioramento delle capacità cognitive nelle persone che si alimentano in modo scorretto, esagerando nel consumo degli zuccheri raffinati, come dolci, bibite e tutto il cibo spazzatura in genere. Inoltre, le cellule staminali neurali se sono poche e funzionano male accelerano il declino cognitivo negli anziani.