Home Salute e Benessere

Influenza: in arrivo il picco stagionale

CONDIVIDI

L’influenza sta mettendo a letto molti italiani, a fine mese il picco dei contagi. I dettagli da CheDonna.it.

Influenza (Thinkstock)
Influenza (Thinkstock)

Come era stato già annunciato a fine mese arriverà in Italia il picco dei casi dell’influenza stagionale. I contagi del virus stanno crescendo costantemente, anche se gradualmente. Siamo entrati nella prima fase di picco la scorsa settimana, quella dall’11 al 17 gennaio, con 154.000 casi di contagio stimati. Lo comunica il Rapporto Epidemiologico della sindrome influenzale di InfluNet, coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss), che sta per essere pubblicato.

Nella settimana dall’11 al 17 gennaio 2016, InfluNet ha registrato in Italia 2,54 casi per mille assistiti. Nella fascia di età 0-4 anni l’incidenza è di 5,90 casi per mille assistiti, nella fascia di età 5-14 anni è 3,43 casi, nella fascia 15-64 anni è di 2,62 casi, mentre tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni siamo a 1,11 casi per mille assistiti. Questi i dati del monitoraggio, destinati a salire in questi giorni e nei prossimi. Il picco dell’influenza era stato annunciato tra fine gennaio e inizio febbraio.

Le zone d’Italia maggiormente colpite dal virus, con quattro casi per mille assistiti, sono la provincia autonoma di Trento e le Regioni Marche, Lazio, Campania e Basilicata. Dall’inizio della sorveglianza, sono stati registrati complessivamente circa 1.088.000 casi.

Per conoscere la diffusione dell’influenza in Italia si può consultare il sito web di Influweb, che monitora i casi di sindromi influenzali sul territorio nazionale, mostrandoli in tempo reale su una mappa interattiva. I dati vengono raccolti grazie alle segnalazioni di volontari che si registrano sul sito. Basta cliccare sulla mappa interattiva le zone colorate per avere i dati di ciascuna provincia italiana, scoprendo in questo modo i casi di influenza presenti sul territorio che ci interessa e l’intensità di diffusione del virus.

Vi ricordiamo, poi, che secondo una recente scoperta le donne sono più resistenti ai sintomi dell’influenza grazie agli ormoni femminili, per cui se gli uomini ammalati si lamentano tanto sapete il motivo e sono giustificati!