Home Attualità

Ebola: l’epidemia è cessata, la conferma ufficiale

CONDIVIDI

È finita l’emergenza per il virus Ebola nell’Africa Occidentale. La notizia che tutti stavano aspettando. I particolari da CheDonna.it.

Fine dell'epidemia di Ebola in Guinea (CELLOU BINANI/AFP/Getty Images)
Fine dell’epidemia di Ebola in Guinea (CELLOU BINANI/AFP/Getty Images)

La bella notizia che tutti aspettavano da tempo: in Africa Occidentale è terminata l’epidemia scatenata nel 2014 dal terribile virus Ebola. L’annuncio ufficiale è stato dato oggi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). La situazione di emergenza era già terminata da tempo, con la cessazione dei contagi a fine 2015, ma la conferma definitiva, dati alla mano, è arrivata oggi.

A fine dicembre, in Guinea, si era tenuto anche un concerto, dal titolo “Bye Bye Ebola“, con musicisti africani di fama internazionale, come Youssou N’dour, per celebrare il superamento dell’epidemia.

Si scrive così la parola fine su un’emergenza sanitaria che aveva allarmato il mondo e causato un’ecatombe in Africa Occidentale, con più di 11mila persone uccise dal virus. I Paesi colpiti sono stati la Guinea, la Liberia e la Sierra Leone.

La Sierra Leone era stato il primo Paese dove era terminata l’emergenza, con la fine del contagio annunciata il 7 novembre scorso. Quindi, il 29 dicembre era arrivato l’annuncio della fine dell’epidemia in Guinea.

Oggi è stata decretata ufficialmente la fine della trasmissione del virus Ebola anche in Liberia: “Tutte le catene note di trasmissione sono state fermate in Africa occidentale”, ha dichiarato l’Oms.

“Per la prima volta dall’inizio dell’epidemia tutti e tre i Paesi maggiormente colpiti non hanno notificato alcun caso da almeno 42 giorni” (il periodo di tempo necessario per dichiarare la fine della trasmissione del virus)

Ha dichiarato l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che tuttavia invita a non abbassare la guardia, poiché Guinea, Liberia e Sierra Leone restano ancora “ad alto rischio” per il virus Ebola.

Nel frattempo godiamoci almeno questa buona notizia.