Home Salute e Benessere

Donne e influenza: siamo più resistenti degli uomini

CONDIVIDI

Le donne sono più forti degli uomini contro l’influenza. CheDonna.it vi spiega perché.

Influenza (Thinkstock)
Influenza (Thinkstock)

Le pubblicità che vediamo in tv ci dicono che i sintomi dell’influenza sono gli stessi tra donne e uomini, ma la scienza medica ci dice che non è esattamente così: sintomi come febbre, dolori articolari, spossatezza, sindromi da raffreddamento, disturbi gastrointestinali, disidratazione ecc. saranno anche gli stessi ma le donne se la cavano meglio. Come per le malattie cardiache è tutta una questione di ormoni.

Grazie agli estrogeni, infatti, le donne sono maggiormente protette dal virus dell’influenza e lo affrontano con meno difficoltà. Quella pubblicità che mostra un uomo grande e grosso influenzato, che soffre come un moribondo chiedendo alla moglie di chiamare sua madre, forse non è poi così lontana dalla verità, a parte il fatto che gli uomini quando stanno male tendono a lamentarsi più delle donne.

La conferma ci viene da uno studio americano, condotto dalla Johns Hopkins University di Baltimora e pubblicato sull’American Journal of Physiology-Lung Cellular and Molecular Physiology. Lo studio, guidato dalla prof. Sabra Klein, ha accertato che gli ormoni femminili estrogeni hanno un effetto antinfluenzale, diminuendo la capacità del virus dell’influenza di riprodursi nelle cellule dell’apparato respiratorio. Un bel vantaggio per noi donne.

I ricercatori americani sono giunti a queste conclusioni analizzando le cellule nasali prelevate da un campione di uomini e donne. Le cellule sono state coltivate in provetta ed esposte al virus dell’influenza A. Tutte le cellule, poi, sono state esposte a tre fonti di estrogeni, sia naturali che artificiali. La reazione alle esposizioni è stata tuttavia differente a seconda del sesso dell’individuo da cui le cellule nasali provenivano. Gli studiosi hanno accertato che le cellule nasali femminili rispondevano agli estrogeni attraverso dei recettori specifici e che questa azione ormonale riduceva la replicazione del virus dell’influenza. Un effetto protettivo che invece non si è riscontrato nelle cellule nasali maschili, perché non hanno gli stessi recettori. Ecco perché gli uomini sono maggiormente colpiti dal virus dell’influenza.

Da questa scoperta potranno essere sviluppate cure specifiche per l’influenza, differenziate a seconda dei sessi, con buona pace della pubblicità. Soprattutto, gli uomini si sentiranno finalmente giustificati nelle loro lamentele quando si ammalano, senza doversi sentire in colpa o “deboli” rispetto alle donne. Del resto che loro stiano più male lo dice la scienza!